La banca centrale olandese punta sull’oro, il fatto che sia stato appena emesso un token ancorato all’oro è solo un caso?

L’oro salverà l’economia mondiale dal collasso, a sostenerlo non è un complottista sui social ma la banca centrale olandese; la notizia ha fatto rapidamente il giro del mondo dal momento che questo si evince da un articolo pubblicato sul sito ufficiale dell’istituzione, poi ripreso e rilanciato da numerosi account via twitter. Più nel dettaglio nel report è possibile leggere che:

Se l’intero sistema crollasse l‘oro offrirebbe una garanzia per ricominciare. L’oro dà fiducia al potere del bilancio della banca centrale. Questo dà una sensazione di sicurezza

Come spiegavamo in un nostro vecchio articolo, riprendendo a nostra volta un pezzo comparso sul sole24 qualche mese fa, è ormai diventato di dominio pubblico che le banche centrali abbiano manipolato i futures dell’oro negli anni scorsi per comprare a mani basse tonnellate di oro fisico; insomma, all’articolo comparso sul sito della banca centrale olandese potremmo togliere tranquillamente il condizionale perché il punto non è “se il sistema crollasse” ma “quando crollerà”. A confermarlo ulteriormente il grande lavoro profuso per emettere un token digitale legato all’oro fisico con rapporto 1:1, una stablecoin a tutti gli effetti garantita dai depositi di oro presso la banca centrale australiana della Perth Mint; strano che il G7 non abbia avuto nulla da ridire in proposito visto che, come spiegato in un articolo di qualche ora fa, sembra che le istituzioni finanziarie delle maggiori economie del mondo considerino le stablecoin un rischio sistemico per la stabilità finanziaria globale, eppure non hanno fatto un solo fiato all’emissione di PMGT avvenuta appena qualche giorno fa. Resta da capire però in quale ipotetico scenario, una volta crollato il sistema economico globale le persone dovrebbero fidarsi ancora delle istituzioni invece che fidarsi di una moneta decentralizzata come bitcoin; insomma, anche se le maggiori banche centrali si sono già premunite acquistando grandi quantità di oro fisico sembra che abbiano fatto i conti senza l’oste, non considerando che la loro credibilità è già ai minimi storici e non potrà resistere all’urto di una nuova recessione globale. Staremo a vedere come andranno a finire le cose, attualmente però la sensazione è che solo coloro che hanno investito il proprio denaro in bitcoin sposando una logica di lungo possano dormire sogni tranquilli, tutti gli altri, invece, non mi pare abbiano una reale comprensione del fatto che il sistema economico così come l’abbiamo sempre conosciuto è ormai giunto all’inevitabile capolinea.