Yellen attacca Bitcoin e affossa le criptovalute

Un po’ per prese di profitto, un po’ perché l’ecosistema delle criptovalute è di per sé piuttosto suscettibile agli umori, forse non ha stupito i più attenti il fatto che nelle ultime ore i prezzi delle principali criptovalute abbiano perso terreno, con BTC sotto quota 50.000 dollari, e con flessioni tra il 15% e il 20% per altri big come Ethereum e XRP, oltre che per Litecoin e la criptovaluta-meme preferita da Elon Musk, Dogecoin.

Come dicevamo, ad influenzare l’evoluzione delle criptovalute sono stati alcuni eventi delle ultime 24 ore e, tra di essi, le dichiarazioni di Janet Yellen, che ha informato sui pericoli che gli investitori corrono con Bitcoin.

Yellen ha in particolar modo sottolineato di non ritenere che BTC possa essere utilizzato ampiamente come mezzo di scambio, e che nella misura in cui è fruito potrebbe essere usato frequentemente per finanziare le attività illegali. Si tratta dunque – si legge tra le righe dell’intervista che l’ex numero 1 della Fed ha rilasciato al New York Times, di un modo estremamente inefficiente per condurre le transazioni.

Quindi, Yellen si è espressa in maniera piuttosto critica anche sulla volatilità di Bitcoin, che è un asset altamente speculativo. “Penso che la gente debba essere consapevole che può essere estremamente volatile e sono preoccupata per le potenziali perdite che gli investitori possono subire” – ha aggiunto ancora.

Di contro, l’ex capo Fed ha anche affermato di essere favorevole a un dollaro digitale, emesso dalla Banca centrale, che potrebbe rendere i pagamenti più veloci, più sicuri e più economici.

Naturalmente, con l’occasione ti ricordiamo che puoi investire in criptovalute con i migliori broker CFD in entrambe le direzioni di mercato: puoi pertanto scegliere di puntare su un rialzo o un ribasso delle criptovalute con la stessa identica facilità, usando uno dei nostri broker di riferimento.

Buon trading!