La stablecoin algoritmica DEI ispirata a Terra di DEUS Finance perde il suo ancoraggio con il dollaro

Questa volta è il turno della stablecoin algoritmica ibrida del protocollo DeFi DEUS Finance, che nel corso della giornata di domenica ha perso il suo ancoraggio con il dollaro stando ai dati pubblicati da CoinMarketCap.

Al momento la stablecoin DEI viene scambiata a 0,66 dollari, ma nella giornata di ieri aveva subito un drastico calo che l’aveva portata a toccare il suo minimo storico di 0.55 dollari.

Sebbene per certi versi DEI somigli molto alla stablecoin UST di Terra, DEUS Finance è collateralizzata. Utilizza due token chiamati DEUS e DEI. Il primo di questi è il token di governance nativo del progetto mentre il secondo è la sua stablecoin il cui valore dovrebbe restare ancorato al dollaro nel rapporto 1:1.

Infatti gli investitori possono sempre coniare 1 DEI depositando a garanzia 1 dollaro. Il collaterale può essere USDC di Circle, Fantom FTM, la stablecoin DAI di MakerDAO, il Wrapped Bitcoin (WBTC), oppure una combinazione di DEUS e USDC. Il rapporto di garanzia tra USDC e il token nativo DEUS è dell’80%.

Cos’è e come funziona la stablecoin DEI

La stabilità dell’ancoraggio con il dollaro USA di DEI è garantita in modo molto simile a quanto avviene nel caso di UST di Terra, cioè sfruttando un meccanismo di mint-and-burn (conia e brucia) tra DEUS e DEI.

Durante la coniatura di DEI, abbiamo il burn collaterale di DEUS a garanzia (un processo di rimozione dei token dalla circolazione) a meno che non venga usata una diversa forma di garanzia come USDC, FTM, o WBTC. Quando si riscatta DEI per la garanzia sottostante, al tempo stesso viene anche coniato DEUS.

Se ad esempio dovessi coniare DEI usando solo USDC come garanzia, nel momento in cui riscatti il tuo sottostante riceverai l’80% in USDC e il 20% in DEUS. Quanto al riscatto, possiamo definirlo come il processo di scambio della stablecoin con il suo collaterale.

Nel momento in cui il prezzo della DEI supera il valore di 1 dollaro, gli utenti possono coniare 1 DEI usando 1 dollaro a garanzia e venderli sul mercato per intascare la differenza come profitto.

Se invece il prezzo di DEI scende al di sotto di 1 dollaro gli utenti hanno la possibilità di acquistare una DEI per meno di un dollaro nell’open market e riscattarla per un valore di 1 dollari di collaterale in USDC e DEUS.

Come ha fatto DEI a perdere il suo ancoraggio con il dollaro?

Nel corso degli ultimi due mesi l’ecosistema DEUS Finance ha subito due attacchi lampo di prestito che lo hanno portato ad una perdita di oltre 30 milioni di dollari.

Nel corso della mattinata di oggi, insieme alla stablecoin, il token DEUS ha perso il -45% del suo valore, e ha raggiunto cos’ quota 162 dollari per token. Ora viene scambiato a poco più di 264 dollari secondo i dati di CoinMarketCap.

Questi due fattori, secondo i dati di DEUS Finance, hanno prodotto un calo del valore del collaterale della stablecoin e quindi hanno ridotto il coefficiente di garanzia al 43%. E con il coefficiente di garanzia così basso i riscatti per DEI diventano molto difficili in quanto non è disponibile capitale a sufficienza per sostenere la stablecoin.

Con la stablecoin DEI che viene scambiata molto al di sotto della soglia di 1 dollaro, molti investitori hanno colto l’occasione per acquistare stablecoin sugli exchange e riscattarla con un dollaro di garanzia.

Quindi per ridurre i rischi di un collasso il team finanziario di DEUS ha interrotto il processo di riscatto, favorendo in questo modo la stabilizzazione del token. Nel frattempo hanno anche annunciato che la moneta sarà resa completamente garantita (collateralized).

Per testare le prospettive di guadagno che il mercato delle criptovalute offre, ma senza correre rischi, eToro ti offre 100 mila dollari virtuali per imparare ad utilizzare strumenti di trading differenziati. Clicca qui per provare.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram
Qual è la tua reazione?
Felice0
Lol0
Wow0
Wtf0
Triste0
Arrabbiato0
Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.