Regno Unito: ora tra i primi 3 Stati holder di Bitcoin

La notizia è stata pubblicata di recente dal Financial Times: il Regno Unito è diventato uno dei Paesi che detengono il maggior quantitativo di Bitcoin (BTC). Ma si tratta di una news che merita un piccolo approfondimento, perché a differenza di quanto si potrebbe pensare, non significa che il Regno Unito ha deciso di investire in Bitcoin.

la bandiera del Regno Unito racchiusa in una sfera poggiata su alcune monete di Bitcoin, e sullo sfondo la cartina geografica del mondo
Regno Unito: ora tra i primi 3 Stati holder di Bitcoin - ValuteVirtuali.com

UK nella Top 3 degli Stati che detengono Bitcoin

Il Financial Times, in un suo recente articolo, ha rivelato che il Regno Unito entra nella Top 3 degli Stati che detengono più Bitcoin, ma spiega anche in che modo lo ha fatto. Non si tratta infatti di un risultato conseguito per via di ingenti investimenti pubblici, come si potrebbe pensare a primo acchito, bensì attraverso sequestri di BTC da parte delle forze dell’ordine.

Comunque, dal momento che questi Bitcoin sequestrati vengono in seguito rivenduti all’asta, il controllo sulle criptovalute non è solo temporaneo, ma si può parlare di vero e proprio possesso. Ma quello che sorprende è anche la quantità di Bitcoin che il Regno Unito detiene, che secondo quanto rivelato dal FT raggiunge valori tanto alti da far entrare il Paese nella Top 3 appunto.

Il Financial Times spiega che il dato è emerso nel corso di un processo contro una donna che era stata accusata di riciclaggio di criptovalute, occasione in cui la polizia britannica aveva sequestrato BTC per un valore complessivo di 1,4 miliardi di sterline (GBP) cioè 1,8 miliardi di dollari (USD) (al tempo del sequestro), frutto di frodi sugli investimenti in Cina.

Parliamo di un sequestro avvenuto nel 2021 che viene oggi annoverato tra i maggiori singoli sequestri di criptovalute. La polizia britannica aveva trovato quattro dispositivi in una cassetta di sicurezza, e in quei dispositivi erano conservati in tutto 61.000 BTC che oggi, considerato il rialzo delle ultime settimane, varrebbero circa 3,2 miliardi di dollari.

Quali sono gli Stati che detengono più Bitcoin al mondo?

È stato quindi grazie a quel sequestro del 2021 che il Regno Unito ha conquistato il suo posto tra i 3 maggiori Stati holder di Bitcoin. Ma quali sono gli altri due? Diciamo prima di tutto che non vi sono Stati, nella Top 3, che abbiano acquistato Bitcoin sul mercato come forma di investimento, ma si tratta sempre del frutto di sequestri.

Quanto ai nomi degli Stati tra i maggiori holder di Bitcoin, pare che al primo posti vi siano gli Stati Uniti, con circa 215.000 BTC. Bisogna dire che si tratta di dati non attendibili al 100%, e soprattutto soggetti a grandi variazioni in breve tempo. Ad esempio proprio per quel che riguarda il tesoretto detenuto dagli Usa, pare che una parte dovrebbe essere liquidata a breve essendo giunta nel frattempo l’autorizzazione del tribunale alla messa all’asta.

Il secondo Paese che detiene più Bitcoin invece pare sia la Cina, con 190.000 BTC. Non dimentichiamo che in Cina esiste ancora il divieto di scambiare Bitcoin per valuta fiat, e questo dovrebbe significare che Pechino venderà i BTC per ricavare Yuan (CNY).

E se al terzo posto troviamo il Regno Unito, con 61.000 BTC, al quarto troviamo la Germania, con 50.000 BTC e al quinto l’Ucraina, con 46.000 BTC. Da notare che in quest’ultimo caso i Bitcoin sono frutto delle donazioni degli ultimi anni, e dal momento che si tratta di donazioni, conoscendo gli indirizzi pubblici vi è la possibilità di giungere con precisione alla cifra esatta che è di 46.351 BTC.

Vale anche la pena domandarsi se l’eventuale vendita di un quantitativo di Bitcoin così importante, come quello detenuto da questi Stati, possa produrre un qualche impatto sul prezzo di BTC. A quanto pare sì, ma secondo le stime degli esperti l’impatto sarebbe comunque poco significativo anche perché non verrebbero comunque liquidati in un’unica tranche ma in lotti di importi minori.

C’è poi un altro fattore che limita l’impatto che la vendita di BTC detenuti da Stati che li hanno ottenuti attraverso il sequestro possa incidere sul prezzo di mercato della crypto. Infatti queste vendite non avvengono sugli exchange, bensì in aste dirette completamente al di fuori dei mercati di scambio.

Se vuoi comprare le tue prime criptovalute puoi farlo nei migliori exchange autorizzati ad operare in Italia. In particolare consigliamo Binance, che ti permette di comprare e scambiare oltre 350 crypto.

Scopri anche Binance Earn: l’hub unico di Binance dove puoi trovare riunite tutte le tue possibilità di guadagno disponibili per te e per le criptovalute che detieni. Inoltre se sei un Hodler hai interessanti prospettive che ti suggeriamo di valutare direttamente sul sito ufficiale di Binance.

Iscriviti subito per creare il tuo wallet gratuitamente!


E per scoprire quali sono le reali prospettive di guadagno nel mercato delle criptovalute, ma senza correre rischi, puoi provare ad aprire un conto gratis sul broker eToro, cheoffre agli investitori, sia principianti che esperti, un’esperienza di trading di criptovalute completa, su una piattaforma potente ma facile da usare. Scopri anche il servizio di staking, guarda crescere le tue criptovalute mentre fai holding. Con eToro inoltre, puoi utilizzare le funzionalità di social trading per connetterti con oltre 20 milioni di utenti in tutto il mondo e trovare i migliori trader di criptovalute da copiare.

Unisciti alla community di eToro Etoro
Prova Demo Gratuita Sul sito di Etoro
  • Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading
  • ETF - CRYPTO - CFD
  • Licenza: CySEC - FCA - ASIC
  • Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Avviso: il tuo capitale è a rischio

In alternativa puoi affidarti a Fineco, che offre nuove opportunità di trading su strumenti con sottostante le criptovalute più conosciute, come Bitcoin ed Ethereum, direttamente dal tuo conto e senza alcun portafoglio secondario. Inoltre si tratta di un broker online italiano che agisce come sostituto d’imposta, semplificando la vita del trader sotto il profilo fiscale.

La qualità del trading N.1 Fineco
SCOPRI DI PIÙ Sul sito di Fineco
  • 100% trading, senza compromessi
  • N.1 in Italia
  • Regime Fiscale Amministrato
  • 0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
Avviso: il tuo capitale è a rischio

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://valutevirtuali.com.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Broker Trading Criptovalute

Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Piattaforma Trading N.1
Fineco
Quotazioni in tempo reale
Previous 25
Next 25
CoinPriceMarketcapSupplyChange (24H)
Crypto.com Bonus
Cripto.com - Bonus di 25$
Vuoi conoscere le crypto? Iscriviti per leggere le ultime news Crypto in anteprima No Sì, certo