Perché Tether preoccupa il mercato crypto? L’analisi di JPMorgan

Le preoccupazioni legate alla crescita della quota di mercato della stablecoin Tether (USDT) sono dettagliatamente illustrate in un recente rapporto di JPMorgan Chase & Co., ma di cosa si tratta esattamente, e perché USDT rappresenterebbe un rischio per l’intero mercato delle criptovalute?

una mano che tocca lo schermo di un tablet e il logo di Tether in sovrimpressione al centro
Perché Tether preoccupa il mercato crypto? L'analisi di JPMorgan - ValuteVirtuali.com

Il dato da cui origina questa analisi è quello dell’ormai prossimo raggiungimento, per USDT, dei 100 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato. Si tratta della prima volta che una singola stablecoin raggiunge una quota simile.

Non dimentichiamo che stiamo parlando di una stablecoin che è da tempo parte integrante dei mercati crypto, ma che al tempo stesso si propone come alternativa meno volatile a quei trader che sono interessati a scambiare asset digitali con altri che siano in grado di offrire un maggior livello di sicurezza.

Perché la crescita di Tether (USDT) preoccupa JPMorgan?

Analizzando il rapporto di JPMorgan appare evidente che la crescita che USDT ha registrato nel corso degli ultimi due anni ha permesso a Tether di rafforzare la sua posizione nel mercato delle criptovalute, ma in un contesto di mancanza di conformità normativa e con un livello di trasparenza ancora insoddisfacente.

Gli analisti di JPMorgan hanno quindi evidenziato come gli emittenti di stablecoin più allineati alle normative attuali potrebbero trarre beneficio da una spinta sul binario delle regolamentazioni per le stablecoin, guadagnando quote di mercato.

Si prevede infatti che sia questa la direzione verso la quale il mercato si sta muovendo, sia negli Stati Uniti che in Europa, dove già dal mese di giugno si partirà con l’implementazione parziale del MiCA.

Il rischio di cui si parla quindi non è da intendersi come imminente, ma neppure troppo lontano. Qualcosa infatti dovrebbe iniziare a muoversi già nel breve-medio periodo.

Ma tornando alla situazione attuale, USDT ha in questo momento una dominance del 71% o poco meno, e la capitalizzazione di mercato totale di tutte le stablecoin messe insieme raggiunge i 135 miliardi di dollari, 96 dei quali sono rappresentati dalla quota di Tether.

Ricordiamo poi che USDT è oggi la prima stablecoin ad essere entrata in circolazione, e questo non fa che rafforzare ulteriormente il suo predominio.

E del predominio di USDT ha parlato anche lo stesso CEO di Tether, Paolo Ardoino, il quale ha spiegato che questo predominio può avere effetti negativi sui concorrenti, inclusi quelli che provengono dal settore bancario, e tuttavia, quanto meno fino ad ora, non sono state registrate ripercussioni negative sui mercati.

Tether, come lo stesso Ardoino ha tenuto a sottolineare, ha sempre lavorato a stretto contatto con gli enti regolatori globali, e questo lascia pensare che non vi dovrebbe essere alcun problema a livello normativo anche a seguito dell’atteso giro di vite sulla regolamentazione delle stablecoin. Inoltre abbiamo assistito a un graduale innalzamento del livello di trasparenza di Tether, che è stato anche premiato dai mercati.

Quali previsioni per il mercato delle criptovalute

Cosa dobbiamo aspettarci che succeda quindi nel mercato delle criptovalute, in relazione alla crescita di Tether (USDT) cui stiamo assistendo? Al momento è difficile immaginare che una qualche stablecoin sia in grado di minacciare il predominio di USDT, quanto meno nel breve-medio periodo.

Abbiamo visto che USDC, che doveva essere una valida rivale di USDT, ha dimostrato i suoi limiti, probabilmente per via di una minore esperienza nella gestione del progetto.

Non possiamo però avere grandi certezze per il lungo periodo, perché alcune stablecoin potrebbero trovare un habitat particolarmente favorevole all’indomani delle novità in fatto di regolamentazione, e stiamo parlando della stessa USDC ma anche di PYUSD, dietro ciascuna delle quali ci sono delle società Usa quotate in Borsa, con un chiaro vantaggio da sfruttare nel momento in cui occorrerà allinearsi con le normative.

Non è detto però che, in un mercato come quello delle criptovalute, e specie quando si tratta di exchange decentralizzati, la capacità di aderire alle normative comporti effettivamente un vantaggio per una stablecoin.

Se vuoi comprare le tue prime criptovalute puoi farlo nei migliori exchange autorizzati ad operare in Italia. In particolare consigliamo Binance, che ti permette di comprare e scambiare oltre 350 crypto.

Scopri anche Binance Earn: l’hub unico di Binance dove puoi trovare riunite tutte le tue possibilità di guadagno disponibili per te e per le criptovalute che detieni. Inoltre se sei un Hodler hai interessanti prospettive che ti suggeriamo di valutare direttamente sul sito ufficiale di Binance.

Iscriviti subito per creare il tuo wallet gratuitamente!


E per scoprire quali sono le reali prospettive di guadagno nel mercato delle criptovalute, ma senza correre rischi, puoi provare ad aprire un conto gratis sul broker eToro, che offre agli investitori, sia principianti che esperti, un’esperienza di trading di criptovalute completa, su una piattaforma potente ma facile da usare. Scopri anche il servizio di staking, guarda crescere le tue criptovalute mentre fai holding. Con eToro inoltre, puoi utilizzare le funzionalità di social trading per connetterti con oltre 20 milioni di utenti in tutto il mondo e trovare i migliori trader di criptovalute da copiare.

Unisciti alla community di eToro Etoro
Prova Demo Gratuita Sul sito di Etoro
  • Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading
  • ETF - CRYPTO - CFD
  • Licenza: CySEC - FCA - ASIC
  • Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Avviso: il tuo capitale è a rischio

In alternativa puoi affidarti a Fineco, che offre nuove opportunità di trading su strumenti con sottostante le criptovalute più conosciute, come Bitcoin ed Ethereum, direttamente dal tuo conto e senza alcun portafoglio secondario. Inoltre si tratta di un broker online italiano che agisce come sostituto d’imposta, semplificando la vita del trader sotto il profilo fiscale.

La qualità del trading N.1 Fineco
SCOPRI DI PIÙ Sul sito di Fineco
  • 100% trading, senza compromessi
  • N.1 in Italia
  • Regime Fiscale Amministrato
  • 0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
Avviso: il tuo capitale è a rischio

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram
Piattaforma Trading N.1
Fineco
Quotazioni in tempo reale
Previous 25
Next 25
CoinPriceMarketcapSupplyChange (24H)
Crypto.com Bonus
Cripto.com - Bonus di 25$