Nuovo report cinese su criptovalute e blockchain, ethereum scala la classifica dopo l’hard fork Istanbul

Come abbiamo già avuto modo di spiegare l’hard fork Istanbul è stato un passaggio epocale per ethereum perché è il primo step in un percorso che porterà la piattaforma ad abbandonare il protocollo di consenso POW in favore di un protocollo POS; tutto è filato liscio come l’olio domenica scorsa, quando la rete è stata chiamata ad aggiornarsi per supportare Istanbul, gli effetti di tutto questo sono stati subito visibili sia sul mercato, che ha reagito con discreti rialzi, sia sull’opinione che la comunità ha di questa piattaforma. Se ne sono accorti anche i cinesi che, infatti, rilasciando il nuovo rating aggiornato dei progetti blockchain hanno fatto scalare alla piattaforma creata da Vitalik Buterin una posizione, riportandola sul podio al secondo posto; il gradino più alto se l’è aggiudicato invece ancora EOS (alle prese però con problemi di congestione della rete) mentre nella speciale classifica del Center for Information and Industry Development (CCID) cinese il terzo gradino del podio è andato a TRON (superato proprio da ethereum).

Risale anche bitcoin, finalmente, che rientra nella top ten, anche se soltanto al nono posto, cosa che però non può dire ripple che scivola in diciottesima posizione, ben lontano dalla top ten. Bene invece LISK e NEO, piazzate rispettivamente in quarta e quinta posizione, così come pure Stellar e Waves che si aggiudicano rispettivamente la decima e la dodicesima posizione. Male invece Decred e Litecoin, rispettivamente penultima e quartultima, così come il trio composto da bitcoin cash, verge e ADA Cardano che si piazzano una dietro l’altra tra il ventottesimo e il trentesimo posto; il cucchiaio di legno spetta comunque a IOTA, un progetto che ha avuto ampio risalto mediatico nel nostro paese, evidentemente figlio più di abili manovre di marketing che della qualità. Nonostante la classifica del CCID venga spesso contestata per i risultati che produce rimane comunque uno strumento utile per orientarsi e per tentare di capire come stanno crescendo i vari progetti; comunque la si voglia pensare la Cina rimane uno dei principali leader, se non proprio il leader, a livello globale di questo mercato ed è sempre interessante osservare come cambia il ranking delle diverse criptovalute man mano che i progetti crescono ed evolvono.