Il Bitcoin precipita ai minimi di febbraio e trascina Eth e altre criptovalute, ma quali sono le ragioni del nuovo calo del mercato?

Nella giornata di ieri il Bitcoin (BTC) non si è limitato a perdere tutto quello che aveva recuperato a fatica nelle ultime settimane, ma riesce persino a toccare i minimi di febbraio, e come di consueto trascina con sé Ethereum (ETH) e le altre criptovalute.

Si registrano infatti nuovi preoccupanti minimi nella giornata di ieri, con nuovi cali anche in queste ore e col timore che nel fine settimana la situazione possa peggiorare ulteriormente per l’intero mercato delle criptovalute.

E pensare che nella giornata di mercoledì il trend sembrava assolutamente rialzista, con un buon recupero sia da parte di Bitcoin (BTC) che Ethereum (ETH). Ma la situazione che abbiamo sotto gli occhi oggi, 6 maggio, è completamente diversa, con il Bitcoin che nel giro delle ultime 24 ore ha perso circa il -8% scendendo al di sotto dei 36.000 dollari.

Apparentemente ora la prima crypto per capitalizzazione di mercato si è stabilizzata, ma non si possono escludere nuovi minimi nel fine settimana. Complessivamente il mercato delle criptovalute ha perso nello stesso periodo di tempo il -7% circa, con Ethereum (ETH) in calo del -7% appunto, mentre le altre crypto hanno subito perdite comprese tra il 5 e il 9%.

Rialzo e crollo dei mercati influenzati dall’annuncio della Fed

Un calo dei prezzi, quello visto ieri, che sorprende specie dopo i numeri registrati il giorno precedente, quando i prezzi delle crypto sono andati decisamente verso l’alto, seguendo lo stesso trend delle azioni dopo l’annuncio della Federal Reserve di un aumento dei tassi di interesse leggermente al di sotto di quanto ci si aspettava.

In quelle ore il Dow Jones Industrial Avarage aveva registrato un incremento di valore del +2,8%, mentre lo stach tech di Nasdaq aveva registrato un balzo del +3,2%. Tutto questo era però un giorno fa, ora vediamo uno scenario tutto diverso che trascina verso valori decisamente bassi l’intero mercato crypto.

Dopo il crollo di ieri, anche la giornata di oggi è caratterizzata da un netto calo dei titoli. Il Dow Jones e il Nasdaq sono scesi rispettivamente del -3,1% e del -5%. Per il Dow Jones in particolare questo vuol dire che il maggior guadagno giornaliero realizzato dal 2020 è stato immediatamente seguito dalla maggior perdita di valore giornaliera dal 2020.

Ma cos’è successo esattamente? Possiamo dire che il succo del discorso è che mentre ieri i trader hanno reagito in modo positivo all’annuncio della Fed, in quanto l’aumento dei tassi di interesse sarebbe stato inferiore a quel che si temeva, oggi hanno realizzato che l’aumento dei tassi di +0,5 punti percentuale è comunque ancora molto elevato rispetto agli standard storici.

Anche il mercato delle crypto risente delle scelte della Fed

Nel mercato delle criptovalute, che è abituato ad una volatilità ben maggiore, l’effetto è meno drastico, ma le perdite registrate non entusiasmano certo gli investitori che temono ulteriori cali nel fine settimana.

Il Bitcoin (BTC) aveva iniziato il 2022 intorno ai 46.700 dollari, e tra le varie oscillazioni di prezzo che si sono susseguite successivamente il valore non è mai tornato sopra quella soglia. Il calo cui assistiamo ora è quantificabile in un -21% circa dall’inizio dell’anno stando ai dati di CoinMarketCap.

Le perdite che registriamo in queste ore nel mercato delle criptovalute in sostanza seguono quelle del mercato azionario, e in particolare rispecchiano il trend delle azioni delle società tech. La società madre di Google, Alphabet ha perso quasi il -20%, Microsoft ha registrato un calo del -17%, e Meta (Facebook) ha perso addirittura il -34% dall’inizio del 2022.

Qual è la tua reazione?
Felice0
Lol0
Wow0
Wtf0
Triste0
Arrabbiato0
Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.