PayPal, via libera a prelevamenti in criptovalute

Comprare criptovalute con PayPal

Il vice presidente di PayPal, Jose Fernandez da Ponte, ha ufficializzato che la società sta lavorando a una nuova funzione operativa che consentirà il prelevamento di denaro in criptovalute.

Dunque, un nuovo passo in avanti nel mondo di Bitcoin & co. Dopo che a ottobre 2020 la società aveva reso possibile la compravendita di criptovalute direttamente sugli account dei propri utenti USA, e dopo aver permesso loro, più di recente, di effettuare pagamenti tramite PayPal utilizzando le criptovalute, la società ha ammesso che è al lavoro per rendere prelevabili le unità criptovalutarie, inviandole ad un wallet esterno.

Il vice presidente ha dunque specificato che Paypal desidera che gli utenti siano in grado di utilizzare le criptovalute che hanno ottenuto e inviarle a una destinazione di loro scelta. Tuttavia, al di là di tale dichiarazione, non sono ancora note quali saranno le tempistiche di rilascio di questa nuova funzionalità, né se l’introduzione avverrà solo negli Stati Uniti o anche nel resto del mondo.

Non ci sono invece passi in avanti sulla possibile creazione di una stablecoin di PayPal, sulla scia di Diem di Facebook. Il manager di PayPal ha comunque affermato di essere concorde con il fatto che le banche centrali emettano una propria valuta digitale, e che non c’è alcuna contrapposizione tra i token delle banche centrali e la stablecoin.

Rimane ora da capire se questa ulteriore novità potrà dare maggiore linfa a PayPal. La società aveva già beneficiato, lo scorso anno, dell’allargamento delle proprie funzionalità, e potrebbe ora trovarsi in una ulteriore condizione di vantaggio dopo tale ammissione.