OneConnect, colosso cinese della tecnologia blockchain, presenta una IPO da mezzo miliardo di dollari

Blockchain

La notizia ha un certo peso, dato che parliamo di uno dei nuovi colossi tecnologici cinesi emergenti, per cui il fatto che abbia deciso di aggiornare la propria richiesta di un’offerta pubblica iniziale (IPO) con la SEC portandola da 100mln di dollari fino a mezzo miliardo non è esattamente cosa di poco conto; la richiesta è stata depositata il 2 dicembre, e riguarda OneConnect, consociata di tecnologia finanziaria del colosso assicurativo cinese Ping An (primo marchio assicurativo globale al mondo e considerato il più grande assicuratore cinese, con 94mld di dollari di entrate ed una capitalizzazione di mercato è di 180mld di dollari). Fondata a Shenzhen nel 1988, come la prima società assicurativa per azioni sul territorio cinese, Ping An conta oggi su circa 138 milioni di clienti e decine controllate, tra le quali anche OneConnect; del resto che Peter Ma Mingzhe (il presidente di Ping An) avesse intenzione di trasformare l’intero gruppo in una compagnia tecnologica nel giro di una decina d’anni era abbastanza risaputo, ciò che stupisce è che tutto stia avvenendo così velocemente.

OneConnect, che ora sta cercando liquidità sui mercati per mezzo miliardo di dollari, si definisce una piattaforma tecnologica leader nel settore per le istituzioni finanziarie in Cina, alle quali fornisce soluzioni e supporto nel processo di digitalizzazione volto ad ottimizzare i profitti, gestire i rischi, migliorare l’efficienza e la qualità dei servizi resi; come si può leggere sul sito dell’azienda in questo momento OneConnect vanta una consolidata esperienza ed elevate capacità tecnologiche in settori come l’intelligenza artificiale nell’analisi finanziaria, l’analisi di big data e i servizi blockchain che hanno prodotto la registrazione di ben 3.392 domande di brevetto sia in Cina che all’estero. Chiaramente sul sito dell’azienda, con i tipici toni tronfi cui le aziende cinesi ci hanno abituato, OneConnect mostra i muscoli e elenca alcuni dei 23 premi internazionali vinti Lnel corso dell’ultimo anno tra cui l’IDC Global Blockchain Award e il BAI Global Insurance Certification Award, è attualmente posizionata all’undicesimo posto della Fintech 100 del 2018, la classifica annuale stilata da KPMG; con questi titoli, quindi, si è presentata alla SEC per quadruplicare il valore della propria IPO