Nasce DevRel, la piattaforma Xpring per gestire le relazioni con gli sviluppatori Ripple

ripple analisi tecnica

Xpring, l’incubatore di Ripple, ha comunicato con un post sul proprio blog del primo febbraio, che intende sviluppare una sezione ad hoc sul proprio sito e un forum per gestire i rapporti con gli sviluppatori; nell’articolo pubblicato sabato si può leggere che integrando tali sezioni c’è la volontà di migliorare la comunicazione con gli sviluppatori non più solo per mezzo dei vari appuntamenti e degli eventi organizzati periodicamente in giro per il mondo ma anche tramite la pubblicazione di contenuti e l’offerta di supporto tecnico. In questo modo, così come avviene in tantissimi altri casi nell’ambito informatico, Xpring si augura di riuscire ad offrire, soprattutto agli utenti meno esperti, righe di codice già pronto, esempi pratici e concreti, esercitazioni per affinare le proprie competenze; l’obiettivo non è, chiaramente, solo sostenere la comunità Xpring e permetterle di crescere ma anche offrire gli strumenti essenziali per tutti coloro che si avvicinano a ripple per realizzare i propri progetti partendo da zero.

Non si tratta quindi meramente di offrire supporto, ascoltare le idee della comunità e creare uno spazio virtuale di confronto, ma di offrire uno strumento che permetta concretamente di far crescere la comunità, cosa che è fondamentale per permettere alla rete ripple di continuare a crescere e per sostenere il prezzo di XRP. Intanto il prezzo in coppia col dollaro sembra aver trovato nuovo slancio rialzista e questo nonostante, come tutti i mesi, dai fondi di Ripple siano stati sbloccati diversi milioni di token; come abbiamo tentato di spiegare più e più volte negli ultimi mesi tutta questa polemica relativa al fatto che il prezzo di XRP non riuscirebbe a crescere a causa del fatto che Ripple scarica milioni di token con cadenza mensile per autofinanziarsi lascia francamente il tempo che trova, sia perché la quantità di token rilasciati non è che una piccolissima frazione dei volumi mossi mensilmente da questa moneta, sia perché, chiaramente, non avrebbe alcun senso da parte di ripple comportarsi così. Qualora ci fossero ancora ulteriori dubbi in merito basterà quindi guardare ciò che è accaduto negli ultimi mesi dal momento che ogni volta che ripple ha sbloccato i token dai propri conti il prezzo non solo non ne ha risentito ma è addirittura cresciuto.