Meitu investe in Bitcoin e Ethereum

Bitcoin

Meitu, app cinese di foto e video editing, ha annunciato di aver investito in Bitcoin e Ethereum per un totale di 40 milioni di dollari. Un investimento contabilizzato lo scorso 5 marzo che, sebbene quantitativamente non possa certo essere paragonato a quelli più monstre che abbiamo avuto modo di commentare su queste pagine, conferma l’attenzione che molte società stanno riponendo nei confronti delle criptovalute come strumento per diversificare le proprie masse finanziarie.

Nel comunicato ufficiale si legge in particolar modo che sono stati acquistati 15.000 ETH e 379 BTC, e che l’acquisto è stato deliberato in seguito all’approvazione di un piano di investimenti in valute digitali da parte del consiglio di amministrazione della società. Che, ben inteso, non sembra essere disposta a fermarsi qui, considerato che sta pianificando l’acquisto di 100 milioni di dollari di criptovalute, in totale.

Il comunicato precisa altresì come l’investimento sia stato reso possibile dalle riserve di denaro e dalla liquidità residua sorta in seguito alla IPO. Ancora, nelle note si legge come l’approvazione del piano di investimento in criptovalute sia stata una scelta ponderata e strategica della vision aziendale, con il consiglio di amministrazione che ha rinnovato la propria fiducia nella blockchain e nelle criptovalute, intuendo che la prima possa essere sempre più utilizzata, e le seconde possano sempre più crescere di valore.

In aggiunta a ciò, però, occorre altresì sottolineare come le motivazioni che hanno indotto Meitu a investire proprio in ETH e BTC siano più complesse e strategicamente raffinate.

Per quanto attiene l’investimento in ETH, per esempio, la scelta di tale impiego sorge anche per la possibilità di integrare il proprio business con il lancio di dApp basate sul network Ethereum, o investendo in dApp esistenti. Per quanto riguarda l’investimento in BTC, invece, una delle motivazioni più rilevanti sembra essere quella di poter utilizzare, ora o in futuro, BTC come strumento di pagamento.

Infine, Meitu spiega come gli acquisti non seguiranno alcun piano preciso, ma dipenderanno principalmente dalle condizioni di mercato.