Credito revolving e criptovalute: Nexo e MasterCard lanciano la prima carta di credito sul mercato

La notizia è di oggi, diffusa con un comunicato stampa congiunto nelle quali le due aziende riferiscono di essere pronte a lanciare sul mercato la nuova Nexo Card, la prima carta al mondo con un credito revolving da ripagare in criptovalute; eh già, avete letto bene, del resto era solo questione di tempo prima che qualcuno ci arrivasse, a farlo per prime sono state proprio MasterCard e Nexo. La nuova carta, in pratica, funzionerà come una sorta di carta revolving, per cui quando effettuo un acquisto con la Nexo Card non sto effettivamente pagando nulla, il pagamento avviene prelevando il denaro dal plafond della mia carta; ovviamente dovrò comunque rientrare del debito che ho accumulato, esattamente come accade con una qualunque carta revolving, ma in questo caso lo farò saldando con criptovaluta. Tra i vari servizi che già da tempo Nexo eroga, giusto per ricordarne qualcuno, la possibilità di aprire delle linee di credito in maniera completamente automatizzata ponendo a garanzia una serie di valute digitali tra le più comuni, come, ad esempio, Bitcoin, Ethereum, Ripple e Litecoin (ma ce ne sono anche delle altre); altro particolare interessante è che Nexo offre l’opportunità di ricavare un rendimento fisso dalle somme depositate in valuta fiat. Come iniziamo a constatare, quindi, attraverso il fintech si può davvero arrivare ad erogare praticamente uno qualunque dei servizi bancari più comuni riducendo in maniera pesante costi e burocrazia, a vantaggio tanto dei clienti finali quanto delle banche stesse; per quanto a molti potrà sembrare poca cosa, perché applicazioni di questo genere interessano prevalentemente chi già possiede discrete quantità di denaro, in realtà Nexo sta facendo un lavoro grandioso e con l’introduzione di questa nuova carta aggiunge una nuova pietra alle fondamenta di quell’enorme edificio che diventerà l’industria blockchain. Resta però da capire a quanto ammonterà l’interesse addebitato per i prestiti erogati attraverso la Nexo Card, oltre che da definire accuratamente le commissioni, anche perché, qualora fossero riusciti a inventarsi un prodotto più competitivo rispetto alle classiche carte revolving, allora si che ne vedremmo delle belle.