Vitalik Buterin, il fondatore di ethereum, ha espresso solidarietà a Virgil Griffith per il suo arresto a Los Angeles

BONUS BITMEX

Nella giornata di ieri abbiamo spiegato come un noto sviluppatore ethereum, Virgil Griffith, sia stato arrestato dagli USA per aver partecipato a un conferenza blockchain in Corea del Nord, sempre ieri un peso massimo di ethereum è sceso in campo per esprimere la sua solidarietà a Griffith; stiamo parlando di Vitalik Buterin che domenica, attraverso il suo account twitter, ha deciso di aderire all’iniziativa dell’italiano Enrico Talin per una petizione a sostengo di Virgil. In particolar modo proprio la comunità italiana si è dimostrata particolarmente attiva nel prendere le parti dello sviluppatore arrestato a Los Angeles nella giornata di giovedì, prima ancora di Talin, infatti, era stato Fabio Pietrosanti a dichiarare pubblicamente che era disponibile ad rendere testimonianza nel caso contro Griffith. Buterin, in ogni caso, non s’è fatto pregare, anche perché nel tweet di Talin c’era un richiamo diretto al caso di Aaron Swartz, indotto al suicidio dal governo USA che intendeva trattare il suo caso, esattamente come appare stia per succedere con Virgil, affinché fosse d’esempio per tutti gli altri; del resto in questi giorni sono molti gli account che sui social stanno ricordando Aaron, sia perché nonostante siano passati anni dal suo decesso la sua memoria è rimasta viva nella comunità, sia perché le somiglianze col caso di Griffith sono francamente oggettive.

Piattaforme Consigliate

Facile da usare per i neofiti e non
Trading anche con Ripple, Ethereum e Litecoin
La prima del mercato dedicata alle criptovalute

RECENSIONE BITMEX
Visita BITMEX

Trading sui Bitcoin e sulle principali criptovalute
Piattaforma CONSOB
Innovativo il Crypto Fund
Copy Trader

Recensione

Vitalik, però, oltre ad esprimere la sua solidarietà, ribadendo il suo rapporto di amicizia con Griffith, ha avvertito la necessità di prendere le distanze dalle decisioni delle sviluppatore, rimarcando come la fondazione ethereum non abbia in alcun modo finanziato il suo viaggio in Corea del Nord e non c’entri sostanzialmente nulla con le decisioni prese da Griffith. Buterin ha però anche aggiunto che:

L’apertura mentale quando si parla di geopolitica è una virtù; è ammirevole rivolgersi a un gruppo di persone a cui uno è stato insegnato fin dall’infanzia a credere che ci sia un nemico numero uno, un male assoluto da cui tenersi lontani, e ascoltare ciò che hanno da dire. Il mondo sarebbe migliore se lo facessero più persone da tutte le parti”

Vitalik Buterin ha poi voluto rimarcare come Virgil abbia semplicemente parlato nel corso di una conferenza, che nell’ambito di un incontro del genere è praticamente impossibile che possa aver fornito informazioni differenti da quelle comunemente reperibili online e che lo stesso Griffith non ha ricevuto alcun compenso ne un ritorno personale dal suo viaggio in Corea del Nord.