Criptovalute: dopo twitter adesso puoi lasciare piccole donazioni anche su Vimeo e Reddit grazie a BAT e Brave

La chiamano “economia dell’attenzione” ed è un modo gentile per dire che non si può continuare a ledere la privacy degli utenti per monetizzare i contenuti online per mezzo della pubblicità; economia dell’attenzione significa esattamente questo, far pagare l’inserzionista solo per i contenuti che interessano realmente l’utente, di modo da dare vita a una pubblicità meno invasiva e più funzionale alle esigenze delle aziende. Il senso e lo scopo di BRAVE, il nuovo browser blockchain agganciato al token BAT, è proprio questo, tentare di dare soddisfazione a tutti, agli utenti evitando che la loro navigazione venga tracciata e resa farraginosa dalla presenza di contenuti pubblicitari troppo invasivi, alle aziende che potranno pagare solo la pubblicità che ha raggiunto effettivamente gli utenti e, ultimi ma non ultimi, gli editori stessi ai quali fornire migliori strumenti per monetizzare i propri contenuti. Uno dei modi migliori, e più facili da implementare, per ridurre il numero di pubblicità nelle pagine web consiste infatti nel fare in modo che siano gli utenti stessi a retribuire chi crea i contenuti; ovviamente se un utente dovesse lasciare una donazione di un euro ogni volta che visita una pagina che gli piace non basterebbe più uno stipendio per navigare su internet, ma le cose cambiano radicalmente potendo lasciare micro-donazioni nell’ordine anche di un solo centesimo. Mentre sarebbe impensabile effettuare pagamenti di un centesimo o mezzo centesimo con una carta di credito questo sarebbe perfettamente possibile con le criptovalute; proprio in questo segmento del mercato si è infilato BAT che col suo browser offre agli utenti la possibilità di essere ricompensati per la pubblicità che scelgono di vedere (se scelgono di vederla e non la bloccano) e, al contempo, da la possibilità ai creatori di contenuti di ricevere micro-donazioni direttamente attraverso il browser e per mezzo di BAT. Fino ad oggi la possibilità di lasciare delle mance ai propri creatori di contenuti preferiti era concessa solo su piattaforme come twitter e youtube, da questo momento, però, come annunciato via twitter dall’account ufficiale di BAT, lo stesso si potrà fare anche su due nuove piattaforme, reddit e vimeo. Si tratta di un passaggio importante nella diffusione della tecnologia blockchain, oltre che del browser brave, che potrebbe giocare un ruolo importante anche nel migliorare la qualità dei contenuti online. Bisogna infatti considerare che oggi un sito web, anche facendo numeri discreti, monetizza quasi nulla della propria presenza online; la necessità di aumentare i ricavi induce molti editori a cercare forme di monetizzazione alternative, come ad esempio i pubbliredazionali e il native advertising, oltre a spingerlo a ricorrere a banner sempre più grandi, interattivi ed invasivi. Tutto questo contribuisce a peggiorare sensibilmente sia la qualità dei contenuti (anche perché i testi pubblicitari spesso non sono segnalati come tali e l’utenza mediamente non distingue un contenuto pubblicitario da uno normale) sia quella della navigazione (le pagine diventano sempre più pesanti, la navigazione consuma più traffico dati del necessario); nonostante i tentativi, purtroppo, larga parte dei siti raccolgono semplicemente troppo poco traffico per riuscire a monetizzare importi decenti. Un sito che raccogliesse 100mila unici al mese, ad esempio, con un RPM medio di 3€ guadagnerebbe intorno ai 300€ al mese; se però gli utenti di quel sito prendessero l’abitudine a donare un centesimo al mese ecco che l’editore guadagnerebbe 1000€ al mese, più del triplo di quanto riesce ad incassare con la pubblicità. Dal punto di vista dell’utente, invece, se consideriamo la quantità di siti differenti che vengono visitati ogni mese probabilmente non arriviamo nemmeno a un centinaio; pagare un centesimo per un centinaio di siti sarebbe una spesa di appena 1€ al mese, chiunque può permettersi di sostenere una spesa del genere, tanto più se pensiamo che in questo modo si può migliorare la qualità dei contenuti e della navigazione dei siti. Per questo motivo considero un progetto come quello di BAT, e gli altri simili disponibili sul mercato, importantissimo non solo per le criptovalute ma proprio per la sopravvivenza stessa di internet; che la qualità del web stia precipitando negli ultimi tempi è cosa sotto gli occhi di tutti, abituarci a premiare gli editori più bravi con micro-donazioni di pochi centesimi può essere un buon modo per arginare la tendenza attualmente in atto al deterioramento della qualità dei contenuti.