ETF Bitcoin: si attende a giorni una possibile risposta della SEC

Mentre il prezzo di bitcoin torna sopra gli 8000$ ecco che si fanno sempre più insistenti i rumors relativi alla possibilità che la SEC si decida finalmente a dare una risposta alla richiesta di approvazione di un futures su bitcoin da parte di VanEck. La decisione potrebbe arrivare già domani, o comunque entro questa settimana, così sembrerebbe almeno dando credito alle voci di corridoio. La comunità in questo momento è abbastanza spaccata in merito a questa questione e si divide tra coloro che reputano imminente l’approvazione e chi invece pensa che la decisione slitterà ancora; di parere differente invece Jake Chervinsky, avvocato di riferimento della comunità, che sostiene invece che, ammesso che la decisione non slitti ancora, lo scenario più probabile è quello di un rifiuto secco da parte della SEC. Questo potrebbe scatenare un certo pessimismo nella comunità anche per le altre richieste avanzate in passato, con un effetto di scoramento che potrebbe riflettersi anche sull’andamento del prezzo. Molti osservatori stanno facendo notare che la settimana scorsa la SEC aveva già comunicato il ritardo sulla decisione relativa alla richiesta di emissione di un ETF bitcoin avanzata da Bitwise, di conseguenza se ci fosse stata l’intenzione di ritardare anche la decisione in merito a VanEck si sarebbe comunicato nella stessa circostanza, cosa che però non è avvenuta. Mentre la comunità si augura che questo sia il preludio all’approvazione, alcune persone più addentro al sistema fanno notare che, almeno in questa fase e per questa specifica richiesta, un rifiuto è lo scenario più probabile. In ogni caso, osservando il sentiment generale, sembra che in questo momento la comunità non trovi più grande interesse in questi strumenti, per carità, dovesse arrivare un’approvazione la notizia verrebbe certamente presa con entusiasmo, e in questo caso c’è da star sicuri che il prezzo avrebbe un’impennata, meno immediata è la correlazione inversa; non è quindi detto che, in caso di rifiuto, il prezzo crollerebbe, su questo gli analisti sono abbastanza divisi nelle loro opinioni. Non resta quindi altro da fare che aspettare ancora qualche giorno con le dita incrociate e sperare che chi ha dato già per spacciata la richiesta di VanEck si sbagli; in ogni caso avremo modo di sapere molto presto come sono andate le cose.