Un nuovo protocollo su waves destinato a favorire l’interoperabilità blockchain

Da tempo vi parliamo di Waves segnalandovi come questa piattaforma sia uno dei progetti più interessanti nell’ecosistema blockchain e, anche, uno dei migliori investimenti in ottica di lungo periodo; nella giornata di ieri Sasha Ivanov, CEO founder di waves, ha presentato nel corso del meetup di Berlino un nuovo progetto, Gravity Hub, che non ha alcuna moneta nativa agganciata ma il cui scopo è favorire l’interoperabilità delle varie blockchain. Lo stesso Ivanov ha dichiarato, nel corso dell’appuntamento di ieri, che:

L’incapacità di condividere informazioni attraverso diverse reti blockchain, senza restrizioni, è stato un grosso ostacolo allo sviluppo di questo settore. Il problema deve essere affrontato in un modo o nell’altro, perché vediamo che i vari progetti vengono sviluppati all’interno di singole società, singoli ecosistemi in cui non è possibile alcuna forma di interazione. L’interoperabilità tra blockchain rende possibile l’adozione di massa e consente all’industria di evolversi ulteriormente. “

Uno degli aspetti più interessanti dell’interoperabilità introdotta da Gravity Hub riguarda il mercato delle Dapp che, grazie a questo nuovo progetto, renderà possibile l’interazione tra applicazioni decentralizzate costruite su differenti piattaforme. Da un punto di vista puramente tecnologico, quindi, Gravity Hub funziona permettendo alla piattaforma Waves di ricevere le intestazioni di blocco dalla rete Ethereum; sarà inoltre finalmente possibile trasferire token tra blockchain diverse utilizzando quelle che sono state definite “porte token”. Questo nuovo sistema, inoltre, consente una grande elasticità agli sviluppatori che avranno facoltà di decidere quale linguaggio usare per i propri smart contract, quali protocolli di consenso utilizzare, la funzione di hash, in maniera molto più elastica di quanto non avvenga oggi. Il mercato ha chiaramente reagito positivamente alla notizia, con Waves che ha messo a segno una grossa candela rialzista (in coppia con bitcoin) passando da quota 7270 satoshi a quota 9268 satoshi nel giro di appena due ore; all’inevitabile ritracciamento ha fatto poi seguito, nella giornata di oggi, una ripresa del massimo toccato ieri, per cui l’entusiasmo intorno a Waves in questo momento è sicuramente molto alto. Attenzione però perché sul grafico 4H è perfettamente visibile un salto per cui non precipitatevi a comprare ora perché il rischio, nelle prossime ore, è che il mercato vada a chiudere il salto che si è venuto a formare ieri.