TRON riacquistera 20mln di dollari di criptovalute per contribuire a rendere più stabili le quotazioni della moneta

Con un post sul proprio canale ufficiale medium, pubblicato in data 25 giugno, la fondazione TRON ha comunicato un piano di riacquisto delle proprie monete per 20mln di dollari. L’iniziativa, con ogni probabilità, è tesa a ridurre la supply circolante di modo da favorire la stabilità dei prezzi; si tratta, in ogni caso, del piano di riacquisto più importante mai fatto dalla fondazione sin dalla sua nascita e, per evitare l’impennata dei prezzi, questa manovra avrà la durata di un anno, prevedendo quindi l’acquisto di poco meno di 2mln di dollari di monete al mese. Normalmente una notizia del genere dovrebbe avere un effetto bullish sui mercati, spronando gli investitori a comprare, invece, osservando i grafici, pare che abbia avuto l’effetto contrario; questo, comunque, non deve stupire più di molto, nel pieno di un mercato ribassista, infatti, è abbastanza naturale che le notizie bullish vengano disinnescate dall’azione degli orsi. Probabilmente la fondazione TRON ha sbagliato le tempistiche dell’annuncio, non considerando che il bull run di bitcoin avrebbe chiaramente indotto i trader a shortare le alt; c’è da aggiungere comunque che esiste anche la possibilità che con questa notizia la fondazione non abbia mai avuto l’intenzione di influenzare i mercati, di conseguenza potrebbe aver deciso consapevolmente di diffondere questa comunicazione in un momento in cui la natura bullish della news sarebbe stata disinnescata dalla crescita di bitcoin. Delle due ipotesi, in altre parole, o la fondazione TRON ha sbagliato le tempistiche, ed in tal caso avrebbe fatto un errore dilettantesco, o ha scelto di proposito di dare la notizia due giorni fa dando in tal caso un segnale di grande trasparenza agli investitori. Per come stanno attualmente le cose, quindi, tenderei a non escludere la possibilità che TRX continui a soffrire, in termini di quotazione, almeno fino al lancio di BTT che, si spera, dovrebbe riaccendere l’hype sul progetto e favorire l’inversione dell’attuale trend ribassista; perché questo succeda, però, occorrerà aspettare ancora un bel po’ di tempo, per il resto, al netto delle quotazioni, TRX rimane nella top 20 delle principali criptovalute sul mercato, stabilmente al dodicesimo posto, ed uno dei progetti più interessanti in circolazione. Il consiglio, per concludere, è quindi quello di continuare a seguire la crescita di TRON anche perché possiamo dare praticamente per scontato che presto o tardi i tori torneranno a prendere il controllo del mercato e a trascinare il prezzo di TRX molto in alto.