Tesla, ora puoi comprare un’auto elettrica in Bitcoin

Lo aveva detto e, in fin dei conti, ha mantenuto la parola. Parliamo di Elon Musk, visionario imprenditore e fondatore di Tesla, che ha annunciato che sarà ora possibile acquistare un’auto pagandola in Bitcoin. Un annuncio che è stato – naturalmente – fatto via Twitter, e che fa seguito al maxi investimento di 1,5 miliardi di dollari in BTC, un progetto criptovalutario su cui, evidentemente, Musk sembra credere davvero tanto.

Per il momento l’opportunità di comprare un’auto Tesla in Bitcoin è limitata al solo mercato statunitense, ma niente sta impedendo alla società di valutare la possibilità di espandere tale opportunità al resto del Pianeta nel corso dei prossimi mesi.

Ciò premesso, la notizia si arricchisce di qualche sfumatura interessante che, in fin dei conti, non fa altro che confermare la passione di Musk nei confronti delle valute digitali. Elon ha infatti dichiarato che le somme in criptovalute che Tesla incasserà dalla vendita delle auto elettriche non saranno convertite in valuta fiat, moneta legale, come invece fanno altri big statunitensi che scelgono di affidarsi a intermediari finanziari per convertire immediatamente Bitcoin in dollari prima di incassarli.

Tesla invece va oltre: Musk ha precisato che i BTC incassati rimarranno in Tesla e che la società userà solo software interni e open source, gestendo così direttamente i nodi della blockchain.

L’obiettivo sembra essere chiaro e, peraltro, già esplicitato dalla stessa società: diversificare e massimizzare i rendimenti della propria liquidità senza tuttavia perdere risorse operative, utilizzabili per le operazioni. In questo senso, Bitcoin sembra essere lo strumento preferito e privilegiato, e tutto lascia intendere che le novità che avvicineranno sempre più il gruppo di Musk al mondo delle valute digitali non siano finite con questo annuncio.