Su cosa investire nel 2024: meglio oro o petrolio? Azioni o obbligazioni?

La guida su come investire nel 2024 orientandosi tra le varie asset class

Oro o petrolio nel 2024? Azioni o obbligazioni? Come è meglio investire? Queste domande sono tipiche di ogni inizio anno anche perchè è proprio dalla risposta a questi interrogativi che è possibile strutturare la propria strategia trading a partire dalla composizione del portafoglio di investimento.

trader alle prese con scelte di investimento e lampadina
Dove è meglio investire nel 2024 - ValuteVirtuali

Il 2023 è stato un anno record per molti asset. Da un lato c’è stato il rally delle borse con numerose azioni che hanno visto i prezzi lievitare ai massimi storici e dall’altro c’è stato il ritorno dell’oro che si è portato a ridosso dei record grazie alle crescenti preoccupazioni per il rischio geopolitico. Viceversa molto meno entusiasmante è stato l’andamento del petrolio i cui valori sono stati tenuti a bada dalle crescenti preoccupazioni per l’andamento dell’economia globale nel suo complesso. In mezzo le obbligazioni che sono state le inattese protagoniste dell’anno grazie alle politiche monetarie delle banche centrali.

Tutto questo potrebbe presto appartenere la passato perchè un nuovo anno ha avuto inizio.

I trend generali per investire nel 2024

Come investire nel 2024 è la domanda alla base di tutto per un investitore. In realtà, però, questo interrogativo ne racchiude altri. Come messo in evidenza da molti analisti nei classici report di fine anno, si tratta di capire cosa potrebbe succedere nel nuovo anno e soprattutto quali saranno i trend più importanti da tenere d’occhio.

Sullo sfondo ci sono due grandi questioni: la fine delle politiche monetaria rigorose da parte delle banche centrali (anche se il taglio dei tassi non sarà così rapido come pure si era ipotizzato fino a pochi mesi fa) e soprattutto la possibilità che l’economia globale possa finire in recessione. E poi ci sono le tensioni geopolitiche con le tante guerre regionali dal cui andamento dipendono i trend di asset connessi a questa tematica a partire proprio dall’oro e dal petrolio.

Proprio delle due materie prime ci andremo ad occupare nel primo paragrafo di questa guida. Oro e petrolio sono visti da molti investitori quasi in alternativa. Meglio investire in oro o petrolio è infatti una delle domande più classiche.

Nel successivo paragrafo, invece, daremo spazio al secondo dilemma: meglio investire in azioni o in obbligazioni? Dove si possono trovare i rendimenti migliori?

Asset così differenti tra loro (sia pure connessi) potrebbero far pensare che per speculare sui loro prezzi sia necessario usare piattaforme diverse. Questo è falso perchè con i migliori broker CFD si può fare trading sui tanti mercati usando un solo account e speculando semplicemente sulle differenze di prezzo.

Un esempio in tal senso è eToro, broker che ha il vantaggio di offrire sempre una demo gratuita per fare pratica.

–REGISTRATI GRATIS SU ETORO PER AVERE LA DEMO DA 100 MILA EURO VIRTUALI>>

Investire su oro o petrolio nel 2024? Le previsioni

barili di petrolio e lingotto d'oro
Investire in oro o petrolio nel 2024? ValuteVirtuali

Prima di rispondere alla domanda se è meglio investire in oro o in petrolio nel 2024 è bene chiarire che, a prescindere da quelle che sono le indicazioni, il nuovo anno sarà dominato dalla volatilità dei prezzi. Di conseguenza è meglio lasciar perdere suggerimenti troppo netti e iniziare già da ora ad abituarsi a forti e repentini cambi di direzione.

Premesso questo, sicuramente nel 2024 entrambe le materie prime ribadiranno il loro status con l’oro che come prime più di prima sarà il bene rifugio per resistere alla volatilità e al rischio geopolitici e il petrolio che, per quanto si parli di transizione green, continuerà ad essere la fonte energetica più importante al mondo.

Nonostante l’oro abbia già raggiunto il massimo storico di 2.000 dollari l’oncia, la stragrande maggioranza degli analisti continua ad avere un marcato ottimismo sulle aspettative del gold le cui quotazioni potrebbero proseguire la loro salita. Questa view è supportata da vari motivi. Tanto per iniziare mai scordare che il gold si può sempre ritenere rifugio sicuro durante periodi di conflitto e incertezza economica. La sua natura intrinseca di bene rifugio lo rende attraente per gli investitori in cerca di stabilità in tempi di turbolenza geopolitica.

Inoltre, anche la domanda forte da parte delle banche centrali è un elemento chiave. La maggir parte dei banchieri centrali stanno incrementando le loro riserve d’oro e più lo fanno più riconoscono il suo valore come asset diversificato e sicuro. La fiducia delle banche centrali contribuisce quindi a sostenere la domanda globale di oro.

Un altro driver significativo è la crescente richiesta dell’industria dei gioielli, soprattutto in regioni come l’Oriente. La tradizione di utilizzare l’oro per la creazione di gioielli, combinata con la prosperità economica in queste aree, contribuisce a mantenere elevata la richiesta per il metallo prezioso.

Considerando questi fattori insieme al contesto economico globale, caratterizzato da venti recessivi, tanti esperti ritengono che l’oro possa prospetticamente raggiungere i 2.500 dollari per oncia nel corso del 2024. Le prospettive quindi sono per un rialzo.

Diverso il caso del petrolio. Secondo gli analisti, il greggio potrebbe dover fare i conti con un eccesso di offerta nei prossimi mesi a causa delle politiche dei paesi non facenti parte dell’OPEC. Tuttavia l’aumento dei rischio geopolitici (soprattutto in Medio Oriente) potrebbe bilanciare tutto questo. La stima più plausibile, quindi, è quella che vede i prezzi dell’oro tra i 60 e gli 80 dollari. Questa situazione potrebbe durare fino a giugno almeno.

Alla domanda meglio investire in oro o petrolio nel 2024 possiamo rispondere indicando una preferenza per il primo.

–USA I CFD PER FARE TRADING SU ORO E PETROLIO: CON ETORO DEMO GRATIS>>

Su cosa investire nel 2024? Meglio azioni o obbligazioni?

E passiamo adesso all’altro binomio: investire in azioni o in obbligazioni nel 2024? Secondo molti analisti il 2024 potrebbe offrire opportunità di rendimento significative sia nel mercato azionario che in quello obbligazionario. Nonostante il prossimo anno non sarà quindi eccezionale ci potrebbero essere condizioni favorevoli sia tra le azioni che tra i bond.

Poichè nel 2023 la tradizionale allocazione del 60 per cento in azioni e del 40 per cento in obbligazioni non abbia registrato grandi performance, non è da escludere che gli investitori nel nuovo anno possano trarre maggior beneficio rivolgendo l’attenzione soprattutto sulle azioni.

A prescindere dalla scelta di dare maggiore peso alle azioni o alle obbligazioni negli investimenti del 2024, è fondamentale essere quanto più possibile selettivi.

Per quello che riguarda le obbligazioni, gli analisti consigliamo di investire su questi asset in particore:

  • Le obbligazioni di qualità superiore: potrebbero registrare risultati particolarmente positivi in scenari di crescita economica rallentata, tagli dei tassi di riferimento e inflazione in via di indebolimento. Tra i bond di qualità superiore ci sono titoli di stato (bond sovrani) e debito investment grade
  • I Titoli di stato: se la recessione dovesse essere più grave del previsto, i titoli di Stato potrebbero offrire una protezione ma con rendimenti comunque bassi. Chi fosse alla ricerca di alti rendimenti dovrebbe guardare ad essere più rischiosi che stanno agli antipodi dei tranquilli titoli di stato. Un esempio sono i bond al alto rendimento.
  • Le obbligazioni del banche: i bond emessi da banche che presentano solidi bilanci e una buona redditività rappresentano un’opzione interessante.
  • Le obbligazioni societarie Investment Grade: anche le obbligazioni caratterizzate da margini di profitto elevati e bilanci conservativi, sono una scelta di investimento interessante. Nonostante l’incremento di default legati a società più piccole e rischiose, i rendimenti totali di questa tipologia di debito ad alto rendimento siano sono più alti dei rendimenti medi

Forse ti può anche interessare — Previsioni Borse 2024: due scenari. Comprare oro e petrolio adesso?

Su quali azioni investire nel 2024

E concludiamo con un excursus sul mercato azionario. Quali sono le azioni cui cui investire nel 2024? Per rispondere a questa domanda ci rifacciamo ad una interessante analisi di Pictet Asset Management. Gli analisti, in un loro report, hanno citato alcuni titoli molto promettenti.

Ad esempio c’è la società di soluzioni di celle a combustibile a idrogeno, Plug Power, le cui azioni potrebbero salire di oltre il 100 per cento nel 2024 grazie proprio all’appeal dell’idrogeno.

Una alternativa sono le azioni della quotata biotech Lexicon Pharmaceuticals che potrebbe crescere addirittura del 293 per cento.

Sempre alla domanda su quali sono le azioni su cui investire nel 2024 hanno risposto anche gli analisti della società di intermediazione Axis che hanno identificato ben nove titoli azionari promettenti per il 2024. Eccoli in elenco:

  • Pitti Engineering,
  • Sansera Engineering,
  • Archean Chemicals,
  • Amber Enterprises,
  • JK Lakshmi Cement,
  • SBI,
  • Manappuram Finance,
  • Cyient
  • Westlife Foodworld

Fin qui abbiamo parlato di nomi ma per quello che riguarda la tipologia di azioni, dove è meglio investire nel 2024?

Sicuramente le azioni value, considerate sottovalutate dal mercato, potrebbero attirare l’attenzione degli investitori anche perchè fanno riferimento ad aziende finanziariamente stabili con una crescita lenta e costante nelle vendite e nei profitti. Di certo investire in azioni value offre un livello di sicurezza più elevato ed espone ad una volatilità più bassa.

Tuttavia è sempre bene restare selettivi anche nelle scelta delle azioni value.

Come investire nel 2024: i broker da usare

Valutare in modo accurato tutti i fattori in gioco e avere una visione di lungo termine sono fattori essenziali per decidere come investire nel 2024. Tuttavia anche la scelta della piattaforma e dei broker ha la sua parte. Noi consigliamo di usare solo società finanziarie affidabili per fare trading. Ad esempio:

  • eToro: broker che permette di fare trading CFD al rialzo (long trading) o al ribasso (short trading) su tantissime materie prime, azioni e bond. Punto di forza di eToro c’è il copy trading che permette di copiare le strategie dei traders più bravi. Inoltre investimenti accessibili a tutti con un deposito minimo di soli 50 dollari.

Incrementa le due competenze di trading con il conto demo eToro da 100.000 euro virtuali >più informazioni sul sito eToro<

  • Fineco: copre tantissimi mercati compreso quello obbligazionario (è il top in questo settore). E poi ci sono i CFD e i super CFD sulle azioni. Due le tipologie di conto: una standard e una di solo trading senza i servizi bancari.

Fai trading con la piattaforma NR 1 in ItaliaMaggiori info sul sito ufficiale, clicca qui >

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram
Piattaforma Trading N.1
Fineco
Quotazioni in tempo reale
Previous 25
Next 25
CoinPriceMarketcapSupplyChange (24H)
Crypto.com Bonus
Cripto.com - Bonus di 25$