Servizi di custodia Bitcoin: Bakkt conferma di aver ricevuto l’autorizzazione del NYDFS ad operare in assoluta legalità

Con un post pubblicato nella giornata di ieri col proprio account ufficiale su Medium bakkt ha annunciato di aver ricevuto l’autorizzazione del dipartimento dei servizi finanziari di New York (NYDFS) ad operare legalmente nell’ambito dei servizi di custodia di bitcoin e dichiara che la propria Warehouse è quindi finalmente operativa. Nello stesso post bakkt rimarca come questo genere di servizio rappresenti un passaggio fondamentale per la diffusione delle criptovalute perché i grandi investitori istituzionali non possono limitarsi ad acquistare un hardware wallet per custodire i propri bitcoin ma hanno bisogno di appoggiarsi ad enti terzi, che operino in maniera regolamentata e la cui sicurezza sia documentata e certificata. Tra i primi a scegliere il Bakkt Warehouse come custode degli asset digitali ci sono aziende di primissimo piano nel settore dell’industria blockchain e non solo, come ad esempio Pantera Capital, Galaxy Digital e Tagomi. Nello stesso post bakkt evidenzia come la propria partnership con l’Intercontinental Exchange (colosso finanziario statunitense anche noto come ICE che opera, sin dalla sua fondazione nel 2000, sui mercati basati su Internet e che commercia in futures ed energia, commodity e prodotti finanziari derivati nei mercati OTC) permetterà alla Warehouse di offrire tutte le garanzie di cui i grandi investitori istituzionali hanno bisogno per un servizio di custodia dei propri asset digitali; è proprio ICE, infatti, a possedere e gestire l’infrastruttura che ha permesso a bakkt di ottenere l’autorizzazione del NYDFS.

Nel post pubblicato ieri, poi, si entra nel dettaglio di tutte le misure di sicurezza implementate per dare le dovute garanzie sia agli investitori sia alle istituzioni, evitiamo in questa sede di entrare troppo nello specifico, anche perché si tratta di informazioni che per essere apprezzate richiedono un certo tipo di background tecnico che pochi possono avere, tuttavia è particolarmente rilevante che a garantire i depositi nella Warehouse ci sia una polizza da ben 125MLN di dollari sottoscritta presso uno dei maggiori player mondiali nel mondo delle assicurazioni e che, a certificare il tutto, ci saranno regolari e approfonditi audit di terze parti indipendenti, nonché un programma di gestione del rischio aziendale che permetterà di garantire agli investitori il mantenimento degli attuali standard di sicurezza. Come certificano l’aumento dei volumi sulla piattaforma, quindi, bakkt appare essere destinata a diventare uno dei maggiori protagonisti a livello globale del mercato delle criptovalute e, dopo averci fatto tanto penare in attesa che i suoi servizi venissero lanciati, attualmente è finalmente perfettamente operativa e potrà quindi concentrarsi completamente sulla crescita del proprio progetto industriale e, conseguentemente, dell’adozione di massa delle criptovalute anche tra i grandi investitori istituzionali.