Monero, Riccardo Spagni fa un passo indietro, a capo degli sviluppatori ci sarà Snipa

La notizia è stata confermata da un post sul blog un paio di giorni fa, era comunque già nell’aria; da quanto si apprende Riccardo Spagni, uno degli sviluppatori più noti nella comunità, verrà sostituito nel suo ruolo da Snipa, sviluppatore storico di Monero, e passerà ad occuparsi dei backup. Spagni ha dedicato interamente gli ultimi cinque anni allo sviluppo di Monero e continuerà a rimanere attivo nella comunità, cambia tuttavia il suo ruolo, come si può leggere nel post di cui sopra, e da qui in avanti si occuperà della manutenzione della piattaforma. Come detto la scelta per il sostituto di Spagni è ricaduta su Snipa, nello stesso post con cui viene comunicato l’avvicendamento, vengono spiegate anche le motivazioni di questa scelta e, più nello specifico, si può leggere che:

Snipa è un collaboratore di vecchia data di Monero. È noto soprattutto per lo sviluppo di un popolare software per pool e per il supporto della rete con nodi ben collegati. Ha una notevole esperienza di codifica e auditing e desidera migliorare i processi di Monero”

Non sappiamo quali siano però i motivi veri dell’avvicendamento, se ci sia stata un frattura interna che ha indotto Spagni a fare un passo indietro o se semplicemente lo sviluppatore ha chiesto di dedicarsi ad altro, sappiamo però che quello attuale non è un momento facile per monero e che Snipa avrà un bel po’ di lavoro da fare. XMR, infatti, è finito negli ultimi mesi sotto pressione, insieme con tutte le cripto anonime, a causa del giro di vite voluto dal GAFI in merito all’antiriciclaggio; soprattutto sui mercati asiatici sono molti gli exchange che, non potendosi conformare alle nuove linee guida del gruppo di azione finanziaria internazionale, hanno deciso di procedere al delisting delle cripto anonime, con ZEC, ZEN e la stessa XMR che sono state le monete che più di tutte hanno subito questo genere di decisioni. Il momento di difficoltà di monero viene espresso anche dai grafici, con le quotazioni sotto costante pressione ribassista e il prezzo che ormai segue una tendenza bearish da oltre un anno; servirà quindi molto lavoro per ridare centralità al progetto, per cui Snipa dovrà rimboccarsi da subito le maniche. Vedremo cosa la comunità ha in mente per rilanciare le quotazioni di XMR, per adesso non possiamo far altro che restare in attesa di ulteriori novità.