Meglio azioni Unicredit o Intesa Sanpaolo? Una ha guadagnato l’85% in un anno

Un confronto tra le azioni Unicredit e quelle di Intesa Sanpaolo

Inizio di anno contrastato per la borsa di Milano. Dopo la buona performance realizzata nella prima seduta del 2024, oggi il Ftse Mib sembra lasciarsi andare alle vendite. Che possa essere proprio questo un segnale della forte volatilità che viene prospettata nelle previsioni borse 2024? Per adesso non è possibile dare una risposta a questa domanda anche perchè il volume degli scambi a Piazza Affari è ridotto visto che si è in una sorta di periodo semi festivo (la sessione di trading after hours sarà chiusa fino all’Epifania).

mobile trading
Unicredit o Intesa Sanpaolo? - ValuteVirtuali

Concentrandosi sulla sola seduta di oggi, il Ftse Mib evidenzia un ribasso di oltre un punto percentuale attestandosi a quota 30170 punti. Il paniere di riferimento è imbottito di segni rossi con Moncler e Amplifon peggiori quotate. Anche le big non se la passano però bene. Sia le azioni Intesa Sanpaolo che le Unicredit sono infatti in ribasso pure facendo meno peggio del principale indice azionario.

Proprio queste due quotate sono tra i titoli più presenti nei portafogli di investimento degli italiani. Si tratta delle banche più grandi del nostro paese e gli stessi loro brand sono sinonimi di affidabilità e garanzia.

Premesso questo, però, è meglio investire in azioni Unicredit o Intesa Sanpaolo? Quali sono le migliori? Per rispondere a queste domande confrontiamo il rispettivo andamento di borsa per poi passare al quadro tecnico e quindi alle prospettive.

Su entrambe le azioni si può investire sia in modo diretto, ossia con l’acquisto, che attraverso i CFD (quindi senza il possesso del sottostante). Un broker che permette di operare in entrambi i modi è eToro che ha anche il vantaggio della demo gratuita per fare pratica.

–CREA UN CONTO DEMO ETORO E IMPARA A FARE TRADING>>

Azioni Unicredit o Intesa Sanpaolo: il confronto dell’andamento

Le azioni Intesa Sanpaolo e Unicredit scambiano a prezzi molto diversi tra loro. In realtà a pesare non è tanto il valore quanto la variazione. E allora da un lato c’è un titolo come Unicredit che in un anno ha messo a segno un rialzo dell’85 per cento mentre dall’altro abbiamo le azioni Intesa Sanpaolo che su base annua hanno registrato una prestazione positiva del 27 per cento. Niente male in entrambi i casi anche se è palese che, sul lungo termine, siano state le azioni Unicredit a crescere di più.

Ma cambiamo misura temporale concentrandoci su un intervallo più breve: un mese. Ebbene rispetto ad un mese fa i prezzi delle azioni Unicredit sono praticamente fermi mentre quelli di Intesa SP segnano un rialzo dell’1 per cento. Diciamo che in entrambi i casi, il rally è avvenuto prima dell’ultimo mese (ad esempio Intesa Sanpaolo su base semestrale si è apprezzata del 12 per cento e Unicredit del 17 per cento).

Oggi le quotazioni di Intesa SP si muovono in area 2,7 euro e quelle di Unicredit attorno a 25 euro.

Meglio azioni Intesa Sanpaolo o Unicredit secondo l’analisi tecnica?

Poichè siamo all’inizio dell’anno pensare di poter avere a disposizione delle notizie price sensitive in grado di condizionare l’andamento dei due titoli (ma il discorso vale per tutte le quotate di Piazza Affari) è utopia. E allora per chi volesse investire su una delle due e di stesse chiedendo quale è meglio, non resta che la carta pesante dell’analisi tecnica.

Entrambe le quotate offrono spunti interessanti (sono le big del settore bancario italiano) ma le strategie sono diverse.

Da un lato infatti ci sta Intesa Sanpaolo che sbatte e da un pò di tempo intorno ai 2,69 euro. Si tratta di una resistenza significativa che, se dovesse essere superata, porterebbe la banca guidata da Messina attorno a 2,8 euro. Sempre restando sul quadro tecnico, il supporto naturale attuale delle azioni Intesa SP è nel range tra i 2,64 euro e i 2,62 euro. Se i venditori dovessero fare pressioni, i prezzi della banca potrebbero allora calare prima fino a 2,55 euro e poi fino a 2,41 euro.

E per quello che riguarda le azioni Unicredit? Tanto per iniziare grazie a quel rialzo anno su anno, la banca è la stata la quotata migliore di tutto il Ftse Mib nel 2023. Attualmente il titolo è apprese con una resistenza molto importante che è ubicata in area 25,3 euro. Si tratta della zona in cui ci sono i massimi di periodo. Una violazione di questa resistenza in chiave rialzista porterebbe i prezzi ancora più in alto. Attenzione perchè non è da escludere una pausa di riflessione magari all’insegna delle prese di profitto. In tal caso i valori potrebbero scendere fino a 22 euro.

Chi volesse investire su entrambe queste quotate mantenendosi aperta la possibilità di operare sia al rialzo che al ribasso può ricorrere ai CFD. Dal nostro punto di vista i due migliori broker CFD attuali sono:

  • eToro: consente di fare trading CFD al rialzo (long trading) o al ribasso (short trading) su tantissime azioni di tutto il mondo ma anche di comprare titoli azionari veri. Lo strumento che ha reso illustre eToro è il copy trading che permette di replicare le strategie dei traders più bravi. Deposito minimo richiesto per iniziare ad operare solo 50 dollari.

Aumenta le tue conoscenze di trading con il conto demo eToro da 100.000 euro virtuali >più informazioni sul sito eToro<

  • Fineco: è la banca italiana con la migliore piattaforma di trading e permette di investire in azioni sia con i CFD che con i Super CFD. Avendo sede in Italia, Fineco può essere sostituto di imposta per i clienti con residenza in Italia.

Fai trading con la piattaforma NR 1 in ItaliaMaggiori info sul sito ufficiale, clicca qui >

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram
Piattaforma Trading N.1
Fineco
Quotazioni in tempo reale
Previous 25
Next 25
CoinPriceMarketcapSupplyChange (24H)
Crypto.com Bonus
Cripto.com - Bonus di 25$