L’ordine esecutivo firmato dal presidente Usa apre nuovi scenari per chi vuole investire in criptovalute. Saranno parte di un settore in cui gli Usa vogliono mantenere la leadership

Proprio in questi giorni il presidente degli Stati Uniti ha firmato un nuovo ordine esecutivo che riguarda il mondo delle criptovalute. Questo provvedimento apre per il settore degli asset digitali degli scenari decisamente nuovi, in quanto sembra offrire delle garanzie che il governo Usa non ha intenzione di ostacolare le criptovalute.

L’ordine esecutivo firmato dal presidente Joe Biden il 9 marzo assicura gli investitori che le criptovalute non solo non saranno ostacolate da Washington, ma anche che saranno parte di una strategia e di un settore in cui gli Usa intendono mantenere la leadership. La reazione dei mercati e dell’intera community è stata di evidente entusiasmo.

Ottimismo nel mercato crypto per l’ordine esecutivo firmato da Biden

La firma dell’ordine esecutivo di Joe Biden è stata accolta con entusiasmo nel mondo delle criptovalute. Tra gli altri ha esultato ovviamente anche Anthony Pompliano, che ha pubblicato un tweet in cui si legge:

“Ogni critico che vi ha detto che il governo avrebbe vietato bitcoin e criptovalute si sbagliava. Queste tecnologie sono imperative per l’innovazione, la creazione di posti di lavoro e la prosperità economica. La Casa Bianca sta cercando di abbracciare l’industria, non di metterla fuori legge”.

Il noto imprenditore statunitense ha anche evidenziato come questo sviluppo porterà ad una competizione globale, infatti notiamo che nel frattempo a Dubai è stata approvata una legge che istituisce un’autorità di regolamentazione e supervisione che mira a rendere gli Emirati Arabi un hub crypto.

Pompliano, nel descrivere la sfida a livello globale appena iniziata, ha dichiarato: “non fate errori, ogni governo è ora in competizione per vedere chi diventerà il leader del nuovo sistema finanziario digitale. Prenderanno approcci diversi e useranno tecnologie diverse, ma il gioco è iniziato. I cittadini sono i vincitori finali qui”.

Garlinghouse, CEO di Ripple: “le criptovalute sono qui per restare”

Una reazione inevitabilmente positiva alla notizia del nuovo ordine esecutivo firmato da Biden è arrivata anche dal CEO di Ripple, Brad Garlinghouse, che su Twitter ha dichairato:

“Come molti di voi pensavo che l’EO dell’amministrazione Biden avrebbe riconosciuto le criptovalute, ma non i dettagli sui passaggi successivi per la regolamentazione. Tuttavia sono stato piacevolmente sorpreso e ispirato dall’EO che ha riconosciuto la necessità di evoluzione ed allineamento dell’approccio del governo alle criptovalute”.

Poi in uno dei feed il CEO di Ripple ha aggiunto: “prima di tutto questo dimostra che le criptovalute sono qui per restarci. Una politica ponderata implica un input tempestivo da parte degli attori (e ce ne sono molti) in tutto il governo federale. Non voglio confondere l’attività con il progresso, ma questo sembra essere un punto di svolta”.

Un argomento, quello della regolamentazione delle crypto, che a Ripple interessa da vicino probabilmente più che ad altri token, in quanto sta ancora attendendo che si concluda la causa contro la SEC che accusa l’azienda di aver venduto delle security (XRP) senza le licenze necessarie.

L’ordine esecutivo firmato da Joe Biden è pertanto per il CEO di Ripple una risposta ad un panorama di regole arbitrarie che avrebbero potuto compromettere lo sviluppo dell’intero mercato e minare la leadership degli usa nel settore delle criptovalute.

Shirzad, Coinbase: “siamo a un punto di svolta”

Una reazione positiva anche quella del noto exchange Coinbase, con la dichiarazione di Faryar Shirzad, Chief Policy Officer, il quale si è subito detto ottimista rispetto alla decisione di Washington di abbracciare il potenziale delle criptovalute.

Shirzad ha scritto a tal proposito un post su Twitter nel quale afferma: “in primo luogo, siamo a un punto di svolta. I beni digitali sono ora ampiamente abbracciati da milioni di persone e c’è un crescente interesse da parte dei funzionari del governo. Sono diventati parte integrante del tessuto della vita americana. Oggi la Casa Bianca ha confermato che anche loro lo sanno”.

“In secondo luogo” ha aggiunto Shirzad “applaudiamo la Casa Bianca per aver riconosciuto questo come un momento decisivo per l’innovazione degli Stati Uniti sulla scena mondiale. Lo è e dobbiamo sfruttare le nostre risorse e l’imprenditorialità per essere leader. Se non sosteniamo il Web3, cediamo la leadership americana”.

Coinbase spera che questa decisione del governo Usa porti a maggior chiarezza normativa nel settore delle criptovalute, e per quel che riguarda la leadership degli Stati Uniti Faryar Shirzad ritiene che molto dipenderà proprio dalle politiche che deciderà di adottare nella regolamentazione del mercato crypto.

Ed è proprio da Coinbase che arriva una proposta di regolamentazione ad hoc, nella convinzione che il confronto sarà fondamentale per giungere al miglior risultato.

“Questo è un momento di speranza. Non vediamo l’ora di continuare il nostro lavoro con i regolatori e i legislatori per garantire che il percorso in avanti incoraggi la partecipazione pubblica, protegga la leadership degli Usa e abbia una visione olistica di questo momento di trasformazione” afferma infine Coinbase.

Merone, Bitpanda, l’ordine esecutivo assicura “uno sviluppo responsabile degli asset digitali”

Orlando Merone, Country Manager per l’Italia di Bitpanda, una delle aziende fintech in più rapida crescita in Europa, ha espresso un parere assolutamente positivo nel merito dell’ordine esecutivo firmato da Joe Biden, spiegando che “punta ad assicurare uno sviluppo responsabile degli asset digitali, come le criptovalute, affrontandone i rischi ma al contempo raccogliendone i potenziali benefici”.

Merone ha anche spiegato che “l’ordine esecutivo dispone una politica nazionale sugli asset digitali, tenendo conto di sei priorità chiave: protezione dei consumatori e degli investitori, stabilità finanziaria, illeciti finanziari, leadership Usa nel sistema finanziario globale e competitività economica, inclusione finanziaria, innovazione responsabile”.

Secondo il Country Manager di Bitpanda “nuove regole e nuove normative sono essenziali per l’ulteriore sviluppo dell’industria e la protezione degli utenti finali, che devono poterci vedere chiaro in un settore in cui molti player seguono logiche di breve periodo”.

Se vuoi entrare nel mercato delle criptovalute e iniziare a comprare asset digitali come ETH, LTC, XRP, affidati solo ad exchange sicuri e affidabili come BINANCE. Clicca qui per visitare il sito e conoscere meglio la piattaforma.

Qual è la tua reazione?
Felice0
Lol0
Wow0
Wtf0
Triste0
Arrabbiato0

X

Avviso di rischio - Il 67-75% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.