Bitcoin o oro, dove investire nel 2021 e come fare trading

Spesso si parla di Bitcoin come se fosse l’oro digitale, intendendo con tale metafora il fatto che la criptovaluta più importante e capitalizzata del mondo possa almeno in parte sostituire le funzioni del metallo prezioso come safe haven all’interno del proprio portafoglio. Ma è davvero così? È pensabile che in futuro BTC possa sostituire l’oro? E, ancora, oggi conviene investire in Bitcoin o in oro?

Senza anticipare le riflessioni a cui arriveremo nel corso delle prossime righe, possiamo tuttavia già fin d’ora premettere che molto dipenderà evidentemente dai tuoi obiettivi di investimento, considerato che Bitcoin e oro non sono asset completamente sostitutivi, e che dunque meritano di essere affrontati con particolare specificità.

È questo il tema che cureremo nelle prossime righe, accompagnandoti nel tentativo di comprendere quale delle due forme di investimento meglio si allinea alle tue finalità.

Prezzo Oro e Prezzo Bitcoin, come è cambiato nel tempo

In questo percorso, la prima cosa che dobbiamo evidentemente chiarire è come si sia evoluto il prezzo dell’oro e il prezzo del Bitcoin nel corso degli anni, al fine di verificare quali sono stati gli sviluppi e le oscillazioni incontrati dai valori dei due asset.

Per quanto riguarda l’oro, è evidente nella storia il suo ruolo di punto di riferimento tra le materie prime. Il valore più elevato è stato toccato nell’estate del 2020, con un valore di 2.067 dollari l’oncia. È piuttosto facile capire che questa spinta al rialzo dei prezzi dell’oro durante la scorsa estate sia stata determinata dal clima di incertezza economica che si celava dietro la pandemia da Covid-19: il timore di una lunga e profonda recessione ha dunque indotto molti investitori a investire i propri soldi nell’oro, tanto che nei primi otto mesi del 2020 (cioè, dallo scoppio della pandemia alla parte centrale dell’estate) le quotazioni del metallo prezioso sono salite di un terzo. Da allora i prezzi dell’oro sono però calati. E, contemporaneamente, è aumentato il prezzo di Bitcoin, di cui ci occuperemo a breve.

Bitcoin e Oro, due asset molto diversi… o no?

Allargando invece lo spettro temporale di analisi, notiamo come il prezzo dell’oro, per quanto abbia oscillato su ampie parentesi, non sia così volatile come quello di altri asset. Ovvero, il cambiamento di prezzo del metallo prezioso non avviene in modo così repentino come invece potrebbe avvenire con altre materie prime o con asset al di fuori delle commodity. È anche per questo che di norma l’investimento in oro viene ritenuto sicuro, soprattutto in periodi di grande incertezza, in cui altri asset mostrano il fianco a maggiori vulnerabilità.

Di contro, i prezzi di Bitcoin tradizionalmente si caratterizzano per rapide ascese e drastiche discese. Insomma, anche senza scendere in eccessivi dettagli analitici, uno sguardo al grafico storico di BTC fa comprendere quanto sia più rischioso questo investimento rispetto all’oro.

Nella sua relativamente recente storia, BTC ha toccato il suo picco proprio nel 2021, ma non è chiaro se continuerà la sua ascesa o se invertirà la tendenza. Per molti analisi il futuro dei prezzi di Bitcoin è piuttosto roseo, con prospettive di forte crescita. Per altri invece c’è il concreto rischio di un affievolimento.

Molto dipenderà dal modo con cui Bitcoin verrà utilizzato dal mercato di massa, così come dall’adozione da parte degli investitori istituzionali. Costituiranno altresì elementi di influenza sul prezzo del Bitcoin l’offerta e la domanda dell’intero ecosistema criptovalutario e di questo asset in particolare, così come l’avvento di criptovalute di maggiore successo, le regolamentazioni internazionali e nazionali, e tanto altro ancora.

Perché Bitcoin NON è come l’oro

Come abbiamo già premesso in apertura di questo approfondimento, parlare di Bitcoin e Oro come se fossero due asset similari è sbagliato.

Sebbene ci siano dei punti in comune tra i due asset, sono ancora più numerose le differenze, a cominciare dal fatto che l’oro è una risorsa fisica, mentre il Bitcoin è una risorsa digitale. Inoltre, la criptovaluta – come abbiamo già avuto modo di sottolineare nelle scorse righe, è estremamente più volatile dell’oro, anche se proprio la sua volatilità la fa preferire agli occhi degli speculatori maggiormente interessati a ottenere lauti guadagni nel momento in cui i prezzi si muovono con decisione.

Oltre alla diversa consistenza e alla volatilità, contribuiscono a creare una netta linea di demarcazione tra Bitcoin e oro anche la loro diversa longevità: l’oro è ritenuto un asset straordinariamente affidabile grazie a un prestigio acquisito nel corso dei secoli. Bitcoin è invece stato lanciato solamente un decennio fa e, nella sua breve vita, non sempre ha goduto di particolari favori.

Sappi che puoi provare a investire su oro o Bitcoin con il conto demo gratuito di eToro. In questo modo puoi simulare i tuoi investimenti su oro e Bitcoin senza usare denaro reale, infatti non appena apri un conto di prova gratis di eToro hai a disposizione 100.000$ virtuali che puoi usare senza rischi su tutti gli asset della piattaforma!

I punti in comune tra Bitcoin e oro

Come abbiamo chiaramente evidenziato qualche riga fa, sono numerosi gli elementi che ci impediscono di creare una similitudine tra Bitcoin e oro.

Tuttavia, questo non ci impedisce di evidenziare come siano numerosi i punti in comune dei due asset, a cominciare dalla loro funzione di bene rifugio (in verità, ben consolidata per l’oro, e in fase di affermazione per BTC).

Oltre a ciò, giova rammentare come sia l’oro che il Bitcoin siano due asset “finiti”, offerti e disponibili in quantità limitata. Per esempio, è stato previsto che vi possano essere solo 21 milioni di BTC in circolazione, rendendo così la criptovaluta una risorsa digitale limitata e molto preziosa. Per quanto attiene l’oro, la produzione sta diminuendo e tra qualche decennio potrebbe essere talmente raro che i costi di estrazione potrebbero diventare insostenibili.

Quando investire in oro è meglio che investire in Bitcoin

Ciò premesso, possiamo cercare di comprendere quando investire in oro è meglio che investire in Bitcoin e, nel prossimo paragrafo, viceversa.

In generale, e a parità di altre condizioni, investire in oro è meglio che investire in Bitcoin perché l’oro:

  1. è un investimento stabile per eccellenza, con movimenti dei suoi prezzi più lenti di BTC in termini di crescita e di flessione. Inoltre, l’oro può essere molto resiliente di fronte alle crisi peggiori, costituendo pertanto un rifugio solido e sicuro contro ogni avversità;
  2. può soddisfare le esigenze di chi sta cercando un buon investimento a lungo termine. Abbiamo già rammentato come l’oro sia stato lungamente usato come riserva di valore nel lungo periodo, e che a differenza di Bitcoin può conservare il suo valore nell’ampio termine. Insomma, è una parte del portafoglio destinata agli investimenti a basso rischio e di tutela del potere d’acquisto negli anni;
  3. è un bene fisico e, come tale, si fa preferire da tutti quegli investitori che non hanno molta fiducia negli investimenti in asset digitali, preferendo invece la tangibilità del proprio investimento tra le caratteristiche fondamentali del proprio portafoglio;
  4. è un asset sicuro, perché è poco rischioso e può essere immagazzinato facilmente in appositi deposito. Se poi vuoi dimenticarti dei rischi in questo senso, puoi anche investire nell’oro finanziario e, di conseguenza, dimenticarti dei pericoli che correresti nel tenere un lingotto a casa.
Bitcoin e Oro, come usarli per diversificare il proprio portafoglio

Quando investire in Bitcoin è meglio che investire in oro

In alcune ipotesi investire in Bitcoin potrebbe invece essere più conveniente rispetto all’investimento in oro. Pensa, ad esempio, al fatto che:

  1. l’oro non può essere usato come valuta per acquistare beni, e che al limite potresti optare per un difficoltoso baratto. Bitcoin può invece essere usato in un crescente numero di punti vendita;
  2. l’oro è più rischioso di Bitcoin se scegli di conservarlo fisicamente senza rispettare gli standard di sicurezza. Pensa ai furti o alle calamità naturali;
  3. puoi investire in Bitcoin costi zero, o quasi. Puoi dunque archiviare l’asset nel tuo portafoglio digitale senza dover sopportare le condizioni economiche tipiche dell’oro;
  4. Bitcoin è un asset molto facile da acquistare e da vendere, considerato che puoi gestire tutte le operazioni direttamente con pochi clic, usando una delle tante piattaforme di trading online;
  5. anche se l’oro è un investimento ritenuto più sicuro, è Bitcoin l’asset su cui devi puntare se stai cercando un rendimento straordinariamente elevato!

 Dove investire nel 2021: Oro o Bitcoin?

A questo punto siamo giunti alla conclusione del nostro focus con un bivio ancora in mente: è meglio l’oro o è meglio il Bitcoin se vogliamo investire nel 2021?

Purtroppo per te e per le tue necessità di disporre di una risposta univoca e sintetica, non c’è un riscontro immediato e che sia valido per tutti a questo interrogativo.

D’altronde, ogni investitore ha le sue esigenze, ha le sue preferenze, ha diversi obiettivi e diversi possibilità.

In estremo riassunto, però, possiamo rammentare che:

  • quello nell’oro è un investimento più stabile, meno rischioso e meno volatile. Niente può per il momento sostituire l’oro come bene rifugio;
  • quello in Bitcoin è un investimento in un asset molto versatile e rischioso, ma può garantirti enormi profitti nel breve termine (peraltro, investendo in BTC con i CFD puoi anche aprire posizioni short e, dunque, ottenere profitti quando BTC cala).

Ciò premesso, non possiamo non suggerirti di compiere con calma e attenzione le tue scelte, cercando di capire quale sia meglio acquistare per arricchire di opportunità il tuo portafoglio.

Peraltro, tieni anche conto che un investimento non esclude certamente l’altro, e che puoi dunque mixarli adeguatamente in un buon portafoglio bilanciato.

Dove investire su Bitcoin e Oro con i CFD

Come abbiamo già anticipato nelle scorse righe, un buon modo per investire su Bitcoin e Oro è quello di usare i contratti per differenza, o CFD.

Come forse sai già, investire in oro o Bitcoin con i CFD significa che non acquisirai mai direttamente l’asset, ma lo utilizzerai come sottostante di un contratto future che ti consentirà di guadagnare se sarai in grado di prevedere correttamente i movimenti di prezzo.

Tutto quello che devi fare per investire in oro e Bitcoin con i CFD è scegliere uno dei migliori broker che puoi trovare su questo sito, e aprire in essi un conto gratuito, come eToro.

Se vuoi saperne di più su come funziona, ti consigliamo innanzitutto di leggere la recensione di eToro che abbiamo scritto per te poco fa, e nella quale potrai trovare tutte le informazioni utili per fare trading di oro e Bitcoin in sicurezza con i CFD.

Se non ti senti ancora pronto potresti valutare il conto demo gratuito di eToro, che ti consente con 100.000$ virtuali di fare tutti i test che vuoi senza rischi!