I bancomat bitcoin sbarcano nei centri commerciali americani, partnership strategica tra Bitstop e Simon Malls

Qualche settimana fa ci siamo occupati dell’ascesa dei BTM, come vengono chiamati i bancomat bitcoin per distinguerli dagli ATM, spiegando come questi dispositivi abbiano avuto una grande crescita nell’ultimo semestre e toccato un nuovo record globale con oltre 6000 macchine dislocate in tutto il mondo; nello stesso articolo abbiamo anche spiegato che il grosso di questi dispositivi è attualmente installato negli USA che, in questo senso, sono sostanzialmente il leader mondiale nella diffusione dei BTM i quali, a loro volta, sono fondamentali per favorire l’adesione di massa a bitcoin. Con un comunicato stampa diffuso ieri da Bitstop, azienda americana produttrice di bancomat bitcoin, siamo venuti a scoprire l’esistenza di una partnership strategica col più grande gestore di centri commerciali negli USA, Simon Malls, colosso che vale quasi 6mld di dollari. Bitstop ha annunciato di aver già installato BTM in cinque centri commerciali gestiti da Simon Malls in California, Florida e Georgia e che la nuova partnership stretta tra le due aziende permetterà di installare ATM in altri 500 centri commerciali entro la fine del 2020.

L’effetto di questa partnership sull’adozione di bitcoin negli usa, anche se difficilmente misurabile, avrà certamente un grande impatto; già solo la comparsa di questi dispositivi in posti come i centri commerciali stimolerà la curiosità del grande pubblico, sia di coloro che hanno già sentito parlare di bitcoin sia di coloro che ancora ne ignorano l’esistenza. La tentazione di comprare qualche satoshi, poi, sarà alla lunga letteralmente irresistibile; l’effetto emulazione, infatti, già caratterizza il mondo della tecnologia, ci basta vedere un dispositivo in mano a un conoscente per iniziare a desiderarlo, così man mano che la gente inizierà a sentir sempre più parlare di bitcoin la consapevolezza di poterlo acquistare facilmente nello stesso centro commerciale in cui si reca settimanalmente a fare la spesa non potrà che indurla a comprare anche solo per curiosità. Nonostante la natura decentralizzata di bitcoin, per concludere, è innegabile che il mercato stia crescendo anche grazie all’azione fatta dalle numerose aziende del settore che per mezzo di marketing e partnership strategiche stanno permettendo a un numero di persone sempre maggiore di entrare in contatto con il mondo delle criptovalute.