Criptovalute: l’exchange decentralizzato di Waves supporta i token ERC-20 costruiti su rete Ethereum

Chi ci segue abitualmente sa che parliamo spesso bene di Waves e che consideriamo questa piattaforma una tra le più evolute del mercato; personalmente ho iniziato a seguire questo progetto con assiduità da poco più di un anno, grazie alla dritta di uno degli account che seguo sui social e sono riuscito a cavalcare il bull run di fine 2018 che ha catapultato questa criptovaluta tra le prime per capitalizzazione sul mercato. Negli ultimi mesi il prezzo di Waves ha iniziato a soffrire ed è oggi ritornato sui livelli precedenti l’ultimo bull run, tuttavia nuove news stanno inducendo i maggiori osservatori a riaccendere i riflettori su questa piattaforma; intanto, come abbiamo spiegato qualche giorno fa, questa criptovaluta è appena entrata in quotazione su kraken, particolare che dovrebbe bastare a favorire una ripresa del prezzo. Nella giornata del 22 Agosto, poi, gli sviluppatori hanno annunciato il supporto ai token ERC-20; tra le altre cose, infatti, Waves è anche un exchange decentralizzato, l’essere riusciti ad integrare i token ERC-20 significa quindi che la piattaforma DEX è ora compatibile con ethereum e, da settembre, lo sarà anche con bitcoin. Questo vuol dire che Waves arriverà ad offrire molte delle coppie più liquide del mercato, il che dovrebbe favorire l’entrata di nuovi utenti anche in considerazione del fatto che sempre più persone iniziano a non vedere di buon occhio le piattaforme di scambio centralizzate; se a tutto questo aggiungiamo l’enorme sforzo che gli sviluppatori stanno facendo per dare vita a un ecosistema di applicazioni pensate per le esigenze delle smart city, con diverse sperimentazioni che sono già partite da mesi, appare chiaro come Waves si stia muovendo nella giusta direzione per consolidare la propria posizione sul mercato e avere tutte le carte in regola per resistere alla prova del tempo. Il nostro consiglio, quindi, rimane sempre quello di prendere seriamente in considerazione Waves per un investimento di lungo periodo soprattutto perché, in questo momento, come potete facilmente notare da soli dando un’occhiata al grafico, le quotazioni si trovano sui minimi storici.