Chainlink può crescere dell’80%? C’è chi si dice convinto di ciò…

LINK, una altcoin che alimenta la rete decentralizzata di Chainlink, sta attualmente conseguendo migliori prestazioni dei principali rivali, incluso Bitcoin, in termini di tassi di cambio. Non solo: alcuni analisti si dicono talmente convinti che la forza di LINK continuerà anche nel prossimo futuro da scommettere che la criptovaluta crescerà di almeno l’80% del proprio valore. Ma perché?

Secondo l’analista Forex Cole Garner, il token LINK di Chainlink si trova in mezzo a una serie di indicatori tecnici e fondamentali che suggeriscono ulteriori guadagni per l’altcoin nel breve medio termine.

Già nelle scorse ore quella che è la dodicesima valuta digitale più capitalizzata al mondo ha stabilito nuovi record, conducendo così i suoi rendimenti annuali al 182,69 per cento. Il rally di LINK è apparso durante una mossa al rialzo in tutto il mercato valutario, che ha visto i suoi pari Cardano (ADA) e VeChain (VET) aumentare del 270 per cento e 250 per cento su base annua.

Naturalmente, tale forte spinta rialzista non è stata sostenuta a lungo, e la maggior parte di questi altcoin rialzisti hanno accennato a dei ritracciamenti nelle ore successive. Lo stesso LINK ha ceduto il 4,54 per cento. Tuttavia, le positive valutazioni di medio termine non sembrano esser state inficiate da ciò.

Per Garner, peraltro, il token di Chainlink sta formando piccole parabole rialziste all’interno di una grande parabola, prendendo spunto dalle sue significative mosse al rialzo dell’anno scorso. Garner ha collocato il trend rialzista del 2019 su un grafico di ritracciamento di Fibonacci, illustrando una ripetizione frattale nello scenario attuale e scoprendo così che l’obiettivo di resistenza di LINK è aumentato di almeno il 50 per cento rispetto a quello attuale. Nel frattempo, lo scenario migliore prevede un aumento dell’80% del LINK/BTC – a 94.457 sats.

Oltre a tali aspetti tecnici, vi sarebbero diversi elementi fondamentali a supporto di una positiva valutazione di LINK come, ad esempio, il fatto che i trader stanno preferendo sempre più mantenere nei propri wallet la criptovaluta LINK, poiché evidentemente ottimisti sul suo sviluppo futuro.