Bitcoin: nuove funzionalità di pagamento sul browser opera e integrazione con le applicazioni decentralizzate di TRON

nuovo browser opera

L’ultimo aggiornamento android di Opera (browser con una base di 300mln di utenti attivi) segna un passo importante nel percorso che consoliderà sempre di più bitcoin come moneta di internet; la nuova versione disponibile con l’ultimo aggiornamento del browser, infatti, non solo offre agli utenti la possibilità di interagire con le DAPP costruite su blockchain TRON ma integra la possibilità di effettuare pagamenti in Bitcoin utilizzando direttamente il portafoglio integrato nel browser. Charles Hamel, responsabile dell’ufficio criptovalute presso opera, ha dichiarato in una recente intervista rilasciata a CoinDesk che:

“La maggior parte delle persone ha sentito parlare di bitcoin e quindi abbiamo ritenuto importante supportarlo e rendere questa funzionalità più familiare a un gruppo più ampio di uenti”

Insomma, appare chiaro che per Opera l’integrazione con bitcoin non è solo un servizio in più da offrire ma anche un modo per allargare la base utenti che utilizza il browser e di presidiare un segmento del mercato che, nei prossimi anni, diventerà sempre più importante per i produttori di browser in particolare per quel che riguarda il mondo mobile. In ogni caso è ormai più di un anno che l’azienda norvegese che produce uno dei browser più vecchi sul mercato (Opera esiste da almeno una ventina d’anni) sta inseguendo la massima integrazione possibile con la tecnologia blockchain, tuttavia fino ad oggi bitcoin era rimasto escluso anche perché, come dichiarato dallo stesso Hamel, quella di BTC è una tecnologia completamente differente rispetto a quella con la quale Opera, sia pure nel mondo blockchain, ha operato negli ultimi mesi e riuscire ad integrarla nel proprio portafoglio è stata una vera e propria sfida; da adesso, comunque, possiamo augurarci che una buona parte degli oltre 300mln di utenti che usano Opera in tutto il mondo abbiano uno stimolo in più per avvicinarsi all’uso di bitcoin, favorendo il rilancio dell’adesione globale a quella che rimane la prima tra le monete decentralizzate. Del resto ormai è possibile acquistare quasi qualunque cosa con bitcoin sia su internet che nel mondo reale (qui però soprattutto grazie alle carte prepagate) e per chi viaggia in giro per il mondo ormai BTC è chiaramente diventato una soluzione più comoda e sicura del denaro fiat; modificando per l’occasione una delle citazioni più famose nella storia dell’umanità, per concludere, ci verrebbe quasi da dire “un piccolo passo per un browser, un grande passo per la comunità dei bitcoiners”