Bitcoin è la criptovaluta più popolare su twitter, lo riferisce un report di DataLight

analisi del sentiment

Probabilmente non serviva il report diffuso nei giorni scorsi da DataLight per affermare che su twitter bitcoin calamita il maggior interesse da parte degli utenti, tuttavia questa indagine pone in evidenza alcune cose interessanti; intanto la prima cosa che notiamo è che ad eccezione del podio (BTC, ETH e XRP) le monete che generano maggiori menzioni su twitter non vantano altrettanto successo in termini di capitalizzazione. Per fare qualche esempio TRON si piazza subito alle spalle di XRP, al quarto posto, ma in termini di capitalizzazione è in realtà solo undicesimo, mentre al contrario Bitcoin Cash (che per capitalizzazione è la quarta moneta del mercato) in termini di supporto su twitter si piazza appena ottavo. Un’altra questione molto interessante messa in evidenza dallo studio di DataLight riguarda la tendenza a usare account falsi per restituire una falsa percezione di hype su twitter; tra le varie criptovalute coinvolte in questa poco edificante attività si guadagna una menzione di eccellenza (si fa per dire) ripple, con la bellezza di più di ottomila account fake che nel periodo di tempo preso in esame hanno pubblicato migliaia di tweet usando l’hastag XRP. Tutto questo ci dimostra soprattutto quanto stia diventando complesso misurare il sentiment del mercato attraverso i social; facile che ci si faccia un’idea sbagliata perché si finisce col prendere in considerazione anche i tweet scritti dai bot. Tuttavia i social in generale, e twitter più in particolare, restano degli strumenti estremamente utili nella prassi di un trader di criptovalute, può capitare ad esempio che movimenti rialzisti di una moneta vedano come contraltare il calo dei commenti sui social, cosa che quindi può facilmente indurci a pensare che quei movimenti rialzisti non sono sostenuti in realtà da null’altro che dalla speculazione; oppure ancora può capitare il contrario, che mentre cioè il prezzo continua a calare, il numero degli investitori cresce e con loro l’entusiasmo sui social e questo inevitabilmente ci induce a pensare che è il caso di accendere i riflettori su quella determinata criptovaluta. Insomma, analizzare il sentiment del mercato utilizzando i social è sicuramente una mossa furba e che può aiutare i traders nella loro operatività quotidiana, a patto però di riuscire a misurare anche i contenuti messi in circolo dai bot o, in caso contrario, finiremo per ricavare metriche completamente falsate. Al netto di tutto questo il report di DataLight certifica soprattutto una cosa e cioè lo strapotere di bitcoin sul mercato, uno strapotere che sembra consolidarsi nel tempo dando così in qualche modo ragione a coloro che si definiscono “massimalisti”; se poi basti già solo questo ad affermare che tutte le altcoin spariranno dal mercato e rimarrà solo bitcoin è tutt’altra cosa, per adesso però è ineccepibile il fatto che BTC nel mondo delle criptovalute faccia la parte del leone e sia destinato a farla ancora per molto altro tempo.