Ethereum Classic, la comunità mette in guardia gli utenti dal rischio scam, non confondete Eagharta con Agharta

Con una comunicazione diffusa via twitter in data odierna la comunità ethereum classic ha messo in guardia gli utenti dal rischio di finire vittime di scam a seguito di un tentativo di truffa che tenta di ingenerare confusione sfruttando l’ultimo hard fork ETC, Eagharta; in pratica, secondo quanto riferito dalla comunità, dei malintenzionati starebbero tentando di spacciare delle monete denominate Agharta, che però nulla centrano con ETC e che, sostanzialmente, non hanno alcun valore. Qualcosa del genere era stato tentato con Atlantide, per altro il motto usato dai truffatori è particolarmente esilarante, visto che questa gente sta sostenendo “Make ETC great again”, insomma, gli scammers devono essersi detti che se il motto è riuscito a truffare milioni di americani alle ultime elezioni presidenziali magari avrebbe potuto funzionare anche con le cripto. L’hard fork Agharta, completato nella giornata di ieri, ha come obiettivo migliorare l’interoperabilità con le modifiche del protocollo introdotte alla sua blockchain tramite gli aggiornamenti di Costantinopoli e San Pietroburgo dell’anno scorso, purtroppo però è stata anche l’occasione per tentare un brutto tiro mancino agli appassionati di criptovalute, specie quelli meno scafati e gli utenti alle prime armi.

La comunità che gestisce ETC ha quindi reputato necessario avvisare gli utenti che i nuovi token non sono stati creati come parte dell’hard fork di ieri e, per dimostrarlo, ha pubblicato uno screenshot dell’handle Twitter di EAgharta e le sue sollecitazioni agli utenti a rivendicare in sicurezza Ethereum Classic Agharta; in realtà non c’è proprio un bel nulla da rivendicare e chi ci proverà finirà col cadere vittima di una truffa della quale si ricorderà per molto tempo. Lo scopo di tutto questo è incentivare gli utenti ad accedere a un sito sul quale si dovranno logare per creare un nuovo portafoglio che gli consenta di ricevere le nuove monete, nella sostanza quello che accadrebbe è che non solo non riceverebbero alcuna nuova moneta ma si vedrebbero i propri wallet svuotati. Attenzione quindi alle truffe, soprattutto quelle di questo tipo che sono così elementari che sarebbe veramente un peccato abboccarci; onde evitare di cadere vittime di questi scam la cosa più facile da fare è abituarsi a seguire sui social gli account ufficiali del progetto, qualunque notizia rilevante passerà inevitabilmente per quei canali. Semplicemente folle, invece, credere a notizie di questo tipo senza prima verificarle accuratamente; in ogni caso, almeno per ora, non si hanno notizie di utenti effettivamente truffati, per cui sembra che agli scammers questa volta sia andata male, la comunità ETC ha risposto in maniera reattiva alla minaccia, disinnescandola sul nascere.