Criptovalute: novità per waves, più profitto per i minatori e maggiore coinvolgimento della comunità

Chi ci segue abitualmente sa che siamo degli estimatori di Waves, progetto nato su impulso del russo Sasha Ivanov, che diede vita a questo nuovo progetto abbandonando NXT (sul cui forum era attivo sotto lo pseudonimo di Coinomat) e portandosi dietro da Jelurida alcuni degli sviluppatori più talentuosi; bene, Waves dopo il grande pump della fine del 2018 è un po’ scomparso dai radar ma il teem sta continuando a lavorare duramente al progetto per migliorarlo e renderlo più competitivo. Con un comunicato stampa diramato ieri, infatti, Waves ha comunicato che d’ora in avanti la politica monetaria verrà stabilita direttamente dalla comunità, per mezzo di un sistema autoregolante che permetterà (ogni 100mila blocchi minati) di ridiscutere i premi previsti per aver minato un blocco; attualmente ogni volta che un blocco viene minato la ricompensa prevista è di sei monete (che vanno ad aggiungersi ai 100milioni di pezzi in circolazione), da questo momento il premio potrà essere aumentato o diminuito di 0,5WAVES con cadenza poco più che bimestrale (la rete processa normalmente 100mila blocchi ogni 70 giorni). Ovviamente la decisione verrà messa ai voti e la comunità potrà decidere anche di lasciare le cose invariate per il bimestre successivo; in questo modo la rete avrà l’opportunità di esprimere la propria preferenza in maniera democratica ed arrivare ad aumentare le proprie entrate fino al 5% annuo. Interpellato su queste ultime novità Sasha Ivanov, che come accennato è sia il fondatore che il CEO del progetto, ha commentato affermando che:

I casi di sistemi monetari sostenibili e autoregolanti come il nostro servono da esempio ai modelli monetari tradizionali e dimostrano come questi possano evolversi in futuro su scala globale. La blockchain, infatti, è in grado di fornire l’infrastruttura di base per una governance economica decentralizzata caratterizzata da un numero e un’ampiezza di agenti finanziari maggiori rispetto alle istituzioni di un singolo Paese “

Tra le varie novità che riguardano waves anche la nuova testnet che si aggiornerà automaticamente e in contemporanea alla mainnet; per quanto riguarda invece la crescita dell’ecosistema di token procede anche questa a passo spedito grazie alle applicazioni nell’ambito del gaming. E’ notizia di qualche giorno fa, infatti, l‘integrazione dei token Abyss con la blockchain Waves che consentirà agli sviluppatori di incorporare le operazioni dei token Abyss direttamente nei loro giochi basati su blockchain; cresce, come abbiamo già avuto modo di dire in un vecchio post, anche la piattaforma DEX che, alla fine di agosto, ha visto l’aggiunta del supporto per i token ERC-20 che potranno essere quindi commercianti direttamente sull’exchange decentralizzato di Waves. L’unica cosa, per concludere, che non ha preso il volo in queste ultime settimane è il prezzo, che continua a faticare con una quotazione intorno al dollaro ma che, c’è da scommetterci, se la piattaforma continuerà a crescere a questi ritmi in un’ottica di lungo periodo non potrà che prendere il largo anche lui.