LE STRATEGIE E LE OPPORTUNITA’ OPERATIVE NEL TRADING CRIPTOVALUTARIO (Parte prima)

Prima di iniziare a descrivere il significato di una strategia, dico la mia su cosa non è una strategia. Ho conosciuto tanti aspiranti traders e tanti ho visto chiedersi come mai la loro strategia non fosse profittevole. In realtà si scopriva che il trading system adottato non era una tecnica di trading completa.

Uno degli errori fondamentali è che molte persone confondono, per esempio, l’analisi tecnica con una tecnica completa. Se non si conosce, l’analisi tecnica è lo studio dei grafici del prezzo per capire dove andranno le quotazioni. Con l’analisi tecnica si potrebbe per esempio scorgere che il prezzo fa un triangolo, un doppio massimo, un testa e spalle, nomi questi ultimi dati ai cosiddetti patterns, ovvero a delle figure dei prezzi identificabili nei grafici.

Gli operatori in erba di fatto vedono la figura di un triangolo sul grafico e subito piazzano un ordine a mercato. Lo stesso poi accade quando un indicatore dice che ci sarà un’inversione. Solo che purtroppo trades del genere hanno un destino spesso segnato. L’analisi tecnica perlopiù è un’indicazione tra le tante che devono essere prese in considerazione, ma non l’unico fattore per determinare un’operazione da spedire a mercato.

Un altro caso è quando ci sono persone che vanno a sensazione. La loro tecnica prevede che quando i prezzi sono scesi un po’ loro hanno la sensazione che risalgano per cui comprano. Solitamente questa strategia funziona magnificamente in demo, poi quando si passa in reale per qualche misterioso motivo non funziona e allora tutti quanti a gridare alla truffa.

Se si pensa che io stia facendo una caricatura di tanti aspiranti traders non è così, è invece siffatta la realtà del panorama italiano degli operatori alle prime armi. Per questi motivi valutevirtuali.com, attraverso il sottoscritto, titolare di un sufficiente grado di consapevolezza, cerca adesso di chiarire che cosa è in concreto una strategia di trading.

Significato e scopo di una strategia di trading

Una strategia di trading sui mercati classici, come su quelli virtuali, è costituita da un insieme di regole ben codificate che definisca quando entrare, ma anche e soprattutto quando uscire dal mercato, cioè quando incassare i profitti generati e anche quando accettare le perdite che si sono verificate.

Inoltre deve codificare bene come gestire il trade mentre è in essere e deve dare delle regole sulla grandezza della posizione. Deve essere tutto codificato, non si devono nutrire dei dubbi, in quanto si deve operare sulla piattaforma del broker senza esitazione alcuna. Molto spesso si pubblicizzano o si diffondono nel web strategie incomplete che si concentrano esclusivamente sui criteri di entrata.

Questa è una grossissima lacuna perché i soldi si fanno quando si chiude una posizione, non quando si apre. Contrariamente a quanto si pensa una strategia non consiste nel trovare un modo di prevedere dove andranno i prezzi, ma si tratta di identificare una situazione che si ripete più o meno frequentemente nel mercato e che, in passato, ha dato dei risultati statisticamente validi.

Definendo dei criteri per stabilire quando quella determinata situazione si sta verificando e posizionandosi nel mercato di conseguenza, si può sfruttare il vantaggio statistico che si è individuato. Il concetto è più difficile da spiegare che mettere in pratica. Provo dunque a fare un esempio che può chiarire la situazione.

Nella figura sottostante è rappresentato un range di prezzi che rimangono confinati tra livelli definiti, che ad un certo punto viene rotto e i prezzi assumono una direzione rialzista. L’analisi tecnica ci suggerisce che quando si verifica un breakout da un range di questo genere, i prezzi continuano in direzione della rottura, fino ad eguagliare l’ampiezza del range di compressione.

Questo significa che quando si verifica una rottura di un range i prezzi arrivano sempre a quel target ? No, però statisticamente ci arrivano più volte che no. Questa informazione è quello che serve per costruire una solida strategia. Di conseguenza si possono cominciare a definire dei criteri di entrata: quando si considera valida la rottura di un range, entrare subito sulla rottura oppure sul re-test, ovvero quando i prezzi tornano a toccare la precedente barriera del range prima di andare definitivamente nella direzione voluta, entrare con una posizione singola o con posizioni multiple, dove mettere lo stop loss, dove uscire con una posizione singola o a scalare ?

In questo modo si costruisce una valida strategia perché si ha un vantaggio statistico che si vuole sfruttare. In più ci si mette nelle condizioni di usare questo vantaggio in maniera tale che se la nostra operazione raggiunge l’obiettivo, si guadagnerà di più di quando va in perdita.

Se vuoi speculare sull'andamento delle criptovalute principali, clicca qui sotto:Confronto Piattaforme Broker >>

Questo è solo un semplice esempio di quello che c’è alle spalle della creazione di una strategia. E ci deve essere sistematicamente, ogni singola volta. Di opportunità strategiche sui mercati criptovalutari ce ne sono un’infinità, è sufficiente trovare quella che meglio si addice al nostro stile di trading e alle caratteristiche dell’asset prescelto….To be continued: venerdì 12 si proseguirà dunque sul tema delle diverse tipologie di strategie esistenti nel trading.

Di Vincenzo Augello