Quanti Bitcoin ci sono in circolazione ad oggi?

Il numero esatto di Bitcoin in circolazione è di

questi sono i Bitcoin minati e messi in circolazione fino ad ora. La velocità con la quale vengono messi in circolazione varia nel tempo a seconda di diversi paramentri. Nella figura sottostante  vediamo lo storico di come i BTC in circolazione siano variati a partire dalla propria creazione fino al momento della stesura di questo articolo:

Come vengono creati i Bitcoin ed in quale quantità?

Il numero di Bitcoin in circolazione è in costante aumento poiché, ogni volta che un blocco viene minato vengono creati ed immessi sulla blockchain dei nuovi Bitcoin. Questo avviene ogni circa 10 minuti e la quantità creata dipende dal cosiddetto block reward che varia a seconda della riduzione geometrica impostata per far raggiungere il massimo di 21 milioni di Bitcoin.

Per comprendere il concetto di distribuzione dei Bitcoin nel tempo è importante capire la differenza tra un sistema tradizionale di controllo della base monetaria ed il sistema completamente decentralizzato che sta alla base del Bitcoin.

In un’economia centralizzata i soldi vengono distribuiti da una banca centrale e di conseguenza la base monetaria, ovvero tutte le valute che sono in circolazione, dipende da essa. Una banca centrale può pertanto decidere di stampare nuova moneta, aumentare i fondi che le banche hanno a riserva oppure stampare soldi elettronicamente tramite un processo che recentemente ha preso il nome di Quantitative Easing.

Nel sistema decentralizzato del Bitcoin invece non esiste un’autorità centrale che regola la distribuzione e la creazione della nuova moneta, ma tutto ciò è definito a priori da un algoritmo ed i nodi che compongono la rete Bitcoin (di cui chiunque può far parte) eseguono il software che tale algoritmo ha stabilito.

Essendo già tutto predeterminato, si può sapere esattamente quanti Bitcoin ci sono in circolazione in questo momento e, con buon grado di approssimazione, si può  anche stabilire quanti ce ne saranno in un momento futuro!

Ma che cosa decide l’algoritmo? Come sono creati i Bitcoin?

Se vuoi speculare sull'andamento delle criptovalute principali, clicca qui sotto:Confronto Piattaforme Broker >>

 All’inizio di questo articolo abbiamo già messo in chiaro che il numero massimo di Bitcoin in circolazione è di 21 Milioni. L’algoritmo stabilisce che i Bitcoin siano creati in maniera costantemente decrescente fino a raggiungere tale massimo. A partire dal primo blocco, ovvero dal blocco zero, ogni nuovo blocco minato venivano creati 50 nuovi Bitcoin. Ovvero questi 50 BTC erano il block reward iniziale. Ogni 210.000 blocchi però il block reward viene dimezzato secondo il processo chiamato halving (che in Italiano significa appunto dimezzamento). Il processo di halving è quello che permette ai Bitcoin di crescere fino ad avvicinarsi al limite massimo di 21 Milioni, previsto per il 2140.

Come si prevede la distribuzione dei Bitcoin in base al tempo?

 Una grossa parte nella creazione di nuovi Bitcoin la fanno i miners, ovvero coloro che tramite il proprio hardware fanno girare il software che permette di scoprire nuovi blocchi e che vengono premiati con il block reward. L’hardware che i miners utilizzano ha un mining power misurato in hash scoperti per secondo ed è infatti anche detto hashing power. Maggiore è l’hashing power totale della rete e più è facile scoprire nuovi blocchi. Secondo questa logica con l’aumento del mining power i blocchi dovrebbero essere scoperti più velocemente e pertanto il tempo per minare nuovi Bitcoin dovrebbe diminuire.

Come mai invece il tempo medio per minare un nuovo blocco è di 10 minuti?

Questo dipende dal difficulty adjustment, ovvero quella parte dell’algoritmo che fa’ si che diventi più o meno difficile minare un blocco per mantenere la media di 10 minuti e che va in base al mining power della rete. Il tempo medio di 10 minuti viene conservato per ragioni di sicurezza ed il difficulty adjustment avviene ogni 2016 blocchi ovvero circa 2 settimane.

Ad esempio, se il mining power è aumentato nel corso degli ultimi 2016 blocchi ed il tempo medio per scoprire un nuovo blocco è sceso sotto 10 minuti la difficulty aumenterà proporzionalmente in modo da riportarlo a 10 minuti. Se al contrario la rete avesse perso mining power, per esempio a causa di un minor impegno dei miners, il tempo sarebbe nel frattempo salito oltre i 10 minuti e pertanto la difficulty dovrà diminuire.

Alla luce di tutto ciò è evidente come non sia possibile stabilire un’esatta relazione tra il numero di Bitcoin in circolazione ed il tempo ma si può comunque arrivare ad una buona approssimazione.

Nella figura sottostante possiamo vedere la stima effettuata da bitcoin wiki. Ecco quindi come ci si aspetta che aumentino i BTC in circolazione fino al 2024: