Scambi di criptovalute: la Russia mercato cruciale nella strategia di crescita globale di binance

Changpeng Zhao

Da qualche tempo binance, anche per bocca dello stesso Changpeng Zhao (il CEO, anche noto come CZ su twitter) ha lasciato trapelare di considerare la Russia un paese centrale nella propria strategia di crescita globale; ebbene, lo scorso 21 ottobre si è tenuto a Mosca il primo evento dedicato alle criptovalute al quale abbia partecipato fisicamente lo stesso Zhao. Si è trattata di un’occasione importante per il CEO di binance per dare seguito alle indiscrezioni delle ultime settimane. Dell’evento, tenutosi nella sala da concerti dell’hotel Radisson, in pieno centro della capitale russa, si è occupato con un recente articolo CoinDesk che, tra le altre cose, ci ha informato che la partecipazione è stata abbastanza importante, almeno 700 persone, infatti, hanno partecipato incluso, come accennato, lo stesso CZ. E’ proprio in questa occasione che, tra il serio e il faceto, Zhao ha affermato che Valdimir Putin sarà una delle figure più influenti nel mondo delle cripto nel prossimo futuro, alludendo con questo al recente disegno di legge per regolamentare il mercato che potrebbe permettere a binance di aprire mercati in coppia col rublo, che si aggiungerebbe quindi alla pattuglia di valute fiat già in quotazione sulla piattaforma dopo l’NGN nigeriano. Riconoscendo la difficoltà, in Russia come in qualunque altro paese, di aprire coppie denominate in valuta fiat Zhao ha ribadito che binance sta lavorando all’emissione di una serie di stablecoin il cui scopo è semplificare l’operatività degli utenti e aiutarli a proteggersi dalla volatilità. CZ ha anche svelato che Binance è in trattativa con diverse banche e sta acquisendo servizi in Russia per fornire un gateway fiat per il rublo; più nello specifico ha dichiarato che:

“Fondamentalmente stiamo seguendo la stessa strada che altri scambi hanno già seguito prima di noi qui in Russia; attualmente stiamo discutendo con le banche, ma non c’è ancora niente di ufficiale in questo senso. Le banche sono appena all’inizio del loro percorso di apertura al mondo delle cripto, i servizi di pagamento probabilmente arriveranno prima. ”

In realtà i depositi in rubli su binance dovrebbero essere già aperti, tuttavia CZ ha affermato che a causa di alcuni inconvenienti tecnici si è preferito ritardare il lancio che, con ogni probabilità, avverrà già a novembre. Nel frattempo la piattaforma continua a implementare nuove funzionalità, di recente ha aggiunto la possibilità di operare a leva, anche se la cosa ha scatenato un certo sarcasmo nella comunità, consapevole che il grosso dei trader non possiede abbastanza competenze per questo genere di operatività. L’intervento di CZ al meeting di Mosca si è poi concluso con l’ammissione da parte di Zhao di stare effettivamente “copiando” alcune delle strategie dei principali concorrenti, ma con la volontà di distinguersi sempre, anche solo lievemente, rispetto all’offerta delle altre piattaforme; insomma, binance si dimostra come sempre un’azienda d’importanza cruciale per il mondo delle cripto, sempre in prima linea nel tentare di allargare la platea di utenti che decide di accostarsi alle valute virtuali.