Criptovalute: Justin Sun, founder di TRON, annuncia grandi novità col prossimo rilascio di BitTorrent

Non tutti sono al corrente del fatto che Justin Sun, oltre che founder di TRON, è anche l’amministratore delegato di BitTorrent da quando la società è stata acquistata nel 2018; nel febbraio scorso era già stato annunciato il rilascio di un’app decentralizzata (dapp) che dovrebbe essere messa a disposizione degli utenti entro la fine del 2019. Questa nuova applicazione, chiamata BitTorrent Speed, dovrebbe diventare rapidamente la più grande app decentralizzata al mondo, capace di spostare i 100 milioni di utenti che attualmente usano i servizi BitTorrent su una piattaforma di condivisione di file P2P. L’idea è quella di agganciare al tutto una criptovaluta, di modo da poter ricompensare gli utenti che condividono i loro file su questa nuova rete P2P. Justin Sun è ritornato in questi giorni sulla questione promettendo che con il rilascio di BitTorrent Speed ci sarà una vera e propria rivoluzione nel mondo della crittografia che, nelle sue intenzioni, dovrebbe incentivare gli utenti ad abbandonare piattaforme come Instagram e Snapchat; questo perché si sta riprogettando la piattaforma con l’obiettivo di potenziare il protocollo BitTorrent e supportare le innovazioni nel settore delle blockchain. Il fatto che BitTorrent abbia implementato dei token per ricompensare la condivisione dei file consentirà agli utenti di guadagnare gettoni anche durante il download nel momento in cui condivideranno la propria larghezza di banda, contribuendo così a rendere la rete molto più veloce per quanto riguarda le operazioni di caricamento di file. L’uso di BitTorrent, quindi, dovrebbe apparire più vantaggioso per gli utenti rispetto ad altre piattaforme simili; c’è comunque bisogno, ricorda Justin Sun, di ottenere una grande adesione a livello internazionale degli utenti a BTLive e questo implica indurli ad abbandonare piattaforme centralizzate come Instagram e Snapchat. Da qui l’idea, per convincere gli utenti ad abbandonare queste piattaforme, di concedere a tutti la possibilità di guadagnare criptovaluta condividendo i loro contenuti su BitTorrent Live. Se la cosa funzionerà, poi, sembra che ci sia la possibilità per gli utenti di tornare a guadagnare criptovaluta col semplice computer di casa, cosa che stava diventando sostanzialmente impossibile con altre monete, come bitcoin, caratterizzate dall’aumento costante del livello di difficoltà del mining che, inevitabilmente, ha finito col tagliare fuori tutti coloro che non possono permettersi grandi investimenti nell’hardware per creare una vera e propria industria mineraria. Insomma, sembra proprio che Justin Sun abbia messo un sacco di carne a cuocere per la seconda metà di questo 2019, se riuscirà a mantenere le promesse, quindi, c’è da star sicuri che il prezzo di Tron potrebbe letteralmente prendere il volo entro i prossimi 18/24 mesi