Waves: un flash crash su binance ha praticamente azzerato il valore della moneta

flash crash waves

I flash crash erano un fenomeno molto più comune fino a qualche anno fa, oggi il mercato sembra essere maturato e quando si verificano questi fenomeni la cosa tende a fare notizia; quello che è successo ieri a Waves sta facendo rapidamente il giro del mondo e quasi tutti i siti del settore se ne sono occupati anche perché binance rimane uno dei maggiori exchange a livello mondiale. Nella giornata di ieri un dump gigantesco ha trascinato il prezzo di waves fino a quota 10 Satoshi, finendo quindi sostanzialmente per azzerarne il valore; il prezzo si è poi prontamente ripreso, ma la cosa non poteva passare inosservata anche perché chi aveva piazzato un ordine d’acquisto così in basso si è ritrovato in tasca una piccola fortuna. Per intenderci, chi avesse posizionato un acquisto di 100$ intorno a quota 10 Satoshi oggi si ritroverebbe in tasca la bellezza di 100mila dollari, senza aver fatto praticamente nulla; insomma, qui c’è qualcuno che sicuramente sta stappando champagne da qualche parte nel mondo. La cosa è molto meno improbabile di quanto sembri, non sono pochi i traders che tentano di sfruttare questi incidenti piazzando ordini d’acquisto molto in basso nel tentativo di approfittare di questo genere di crolli cui, quasi sempre, segue una pronta risalita del prezzo. Ancora non sono note le cause di questo gigantesco dump, in passato fenomeni di questo tipo sono stati ricollegati a errori dei bot per il trading automatico, hackeraggi, guasti tecnici, in questo caso però non si hanno ancora notizie certe rispetto a cosa abbia provocato il crollo di waves su binance. Quello che sarebbe interessante capire è come reagirà il mercato a questo crollo, se questo comporterà la perdita di fiducia nei confronti di questa moneta o se presto gli investitori supereranno lo shock per quanto accaduto e torneranno a investire su questa cripto come se nulla fosse. Il crash, in ogni caso, è durato appena un minuto, ma ciò è stato sufficiente per spazzare via l’intero libro degli acquisti, si stima che in quel minuto siano stati venduti la bellezza di 506mila Waves, oltre un milione di dollari alle quotazioni attuali; un’altra cosa interessante da notare è che il crollo non ha riguardato anche la coppia waves/usdt il cui grafico su binance non mostra segni del crash flash. Ci sono a questo punto due cose di una certa importanza da capire, prima di tutto se non ci sia qualche manovra speculativa dietro a questo crollo e in secondo luogo quanto tempo ci metteranno coloro che hanno acquistato questo milione di dollari di waves a rivenderli; è infatti verosimile che le persone che hanno acquistato durante il dump vogliano vendere al più presto per consolidare il profitto e questo potrebbe influenzare in qualche modo il mercato, impedendo a Waves di invertire il trend ribassista in cui si trova in questo momento.