Stratis: la piattaforma che avvicina il mondo delle imprese alla blockchain

$STRAT (stratis è il nome della piattaforma) è una criptovaluta che le persone che usano abitualmente i social per approfondire la conoscenza dell’ecosistema blockchain conoscono bene; nonostante se ne parli molto sui social e sui siti specializzati non sono disponibili (soprattutto in lingua italiana) informazioni di qualità su questo progetto, quindi ho deciso di occuparmene io. Voglio dire sin da subito che non è stato facile trovare informazioni su questa piattaforma e che di conseguenza questo post sarà tutto tranne che pienamente esaustivo; ovviamente, e non mi stancherò mai di ripeterlo, lo scopo di questi post è di fornire una piccola introduzione utile a chi sta ponderando la possibilità di investire su un determinato progetto. Per capire se un investimento faccia al caso tuo oppure no, come i nostri lettori ormai sanno bene, devi comunque andare a leggere il white paper e fare tutto lo studio preliminare in termini di analisi fondamentale, indispensabile per comprendere meglio se hai puntato su un cavallo vincente oppure no. Detto questo andiamo subito ad approfondire che cos’è Stratis, a cosa serve e come funziona

A chi si rivolge Stratis

Se possiamo definire, in un certo senso, Bitcoin come una criptovaluta pensata per liberare le persone comuni dall’oppressione (non saprei come altro definirla) del sistema bancario, Stratis si rivolge invece alle aziende; parliamo quindi di una piattaforma (come numerose ne sono nate negli ultimi anni) che si rivolge esplicitamente a un’utenza business con l’intento di offrire alle aziende un ambiente di sviluppo ideale in cui costruire i propri progetti blockchain, riducendo i costi iniziali e semplificandone la gestione. Stratis (come le altre piattaforme simili) rappresenta in un certo senso per la blockchain ciò che i CMS (come joomla o wordpress) rappresentano per internet, si tratta quindi, in altre parole, di una soluzione chiavi in ​​mano pensata per permettere alle aziende di sviluppare, testare e distribuire applicazioni basate su blockchain senza doversi sobbarcare gli oneri della gestione diretta della rete. Una delle sue caratteristiche principali è che è pensata per ambiente Windows ed interamente sviluppata con linguaggio C#, cosa che viene comunemente considerata come uno dei principali punti di forza di questo progetto.

Segmenti di mercato

Sappiamo bene che la blockchain è destinata a rivoluzionare quasi ogni campo dell’attività umana, Stratis non è da meno e si propone di agevolare questa rivoluzione in alcuni segmenti di mercato in particolare. Tra i diversi ambiti in cui è possibile sfruttare le potenzialità della blockchain Stratis si è prevalentemente concentrata a semplificare l’accesso in questo mondo alle aziende operanti nei seguenti settori

Medicina: qui la piattaforma promette di consentire la creazione di database capaci di permettere a ricercatori, editori e revisori di lavorare su big data raccolti e resi fruibili in maniera legittima (senza quindi abusare della privacy delle persone o dei diritti di proprietà delle aziende)

Contrattualistica: dal momento che una delle principali applicazioni di Stratis sono proprio gli smart contract questa piattaforma si propone di semplificare attività come ad esempio il noleggio e l’affitto di beni riducendo la necessità di interazione umana. Pensiamo ad esempio a un settore come il noleggio auto, in cui gli smart contract di Stratis promettono di rendere più snello e veloce il rapporto con la clientela (attraverso uno smart contract potrei effettuare il pagamento e ricevere automaticamente un codice per aprire l’auto, mentre una parte dei miei fondi viene vincolata in un indirizzo creato ad hoc come garanzia contro eventuali danni, il tutto senza necessità alcuna di interazione umana).

Controllo della filiera produttiva: ed in questo caso uno dei principali campi di applicazione è il contrasto alla contraffazione dei marchi (ipotizziamo che io produca jeans di marca, quello che dovrò fare è registrare ogni paio di pantaloni prodotto con un seriale che, una volta archiviato su blockchain, permetterà al consumatore finale di sapere subito se il jeans che sta acquistando è originale oppure no)

Fintech: ovviamente la gestione dei servizi finanziari è uno degli aspetti centrali all’interno di stratis, con un occhio di riguardo particolare per quel che concerne l’emissione e la gestione di ICO e dei relativi Token

Punti di forza di stratis

Di piattaforme concorrenti a Stratis, soprattutto in questo momento, sul mercato ve ne sono parecchie, tuttavia ci sono almeno due aspetti che, a mio parere, contribuiscono a dare una marcia in più a questo progetto; in primo luogo l’uso di un protocollo POS perfettamente funzionante che rende le transazioni veloci e facilmente scalabili e poi la possibilità di identificare con sicurezza gli utenti. Questo potrà forse apparire come un controsenso per un settore, come quello della blockchain, in cui la privacy delle persone ha sempre una grande centralità, tuttavia per una piattaforma che ha nella gestione delle ICO una delle sue funzionalità principali la possibilità di identificare con certezza tutte le parti in causa (da chi emette il token fino a chi ci investe sopra) è qualcosa che, soprattutto alla luce di una regolamentazione del settore che sembra sempre più imminente, credo non debba essere sottovalutata. Grazie a “Stratis Identity” è quindi possibile non solo verificare l’identità degli utenti e gestire nel migliore dei modi i loro dati riservati.

Stratis Academy

Uno degli aspetti che ho sempre trovato più interessanti di questo progetto è proprio la sua “accademia”; viene chiamata “stratis academy” ed è dedicata alla condivisione della conoscenza della blockchain e alla cura di una comunità di sviluppatori C # e .Net globale. Lo scopo è quello di formare ed educare la futura generazione di sviluppatori di blockchain in tutto il mondo; per centrare l’obiettivo fornisce materiale didattico, corsi, modelli di lavoro, infrastrutture e progetti pratici tutti orientati a facilitare la comprensione di questa tecnologia con lo scopo dichiarato di costruire una comunità di sviluppatori che sappia come sfruttare al meglio le potenzialità espresse dalla piattaforma. Il progetto è modulare e si rivolge tanto ai neofiti quanto agli utenti più esperti, offrendo percorsi formativi pensati ad hoc per le diverse necessità e competenze.

Conclusioni

Le piattaforme che, come Stratis, si rivolgono esplicitamente all’utenza business non sono poche e sono spuntate un po’ come funghi negli ultimi anni, tuttavia tra queste stratis è una delle più vecchie in circolazione e presenta, sotto il profilo dei fondamentali, numerosi punti di forza. Gli accordi con microsoft, un ambiente di sviluppo che punta su un linguaggio di programmazione estremamente diffuso, una piattaforma stabile, una moneta ($STRAT) scalabile, l’attenzione alla formazione di una nuova leva di sviluppatori sono le caratteristiche che a mio parere rendono questo progetto solido e uno dei più interessanti (ancora oggi) tra quelli in circolazione. Ciò non toglie che sia sufficiente una breve ricerca online per appurare come molti utenti stiano iniziando a sollevare dubbi sulla bontà di un investimento in questa cripto orientato al lungo periodo e il grande entusiasmo che in passato questa piattaforma aveva suscitato nel mondo delle cripto sembra essere molto scemato negli ultimi 12 mesi. La bontà del progetto non si discute, ciò che è importante capire è se Stratis ha ancora la spinta e l’energia per imporsi sui suoi competitor (sempre più numerosi e accaniti) o se non sia invece destinata a soccombere superata da altre piattaforme. Nonostante io rimanga moderatamente convinto che l’ecosistema delle cripto sia destinato ad essere caratterizzato da una grande diversità, dobbiamo anche sempre ricordarci che la tecnologia tende sempre a creare degli standard e che quindi è plausibile che in un’ottica di lungo periodo (diciamo 15/20 anni) a sopravvivere saranno solo alcuni progetti che si imporranno come punti di riferimento unici nei diversi settori. Capire già oggi quale delle varie piattaforme che offrono servizi orientati al mondo dell’impresa saprà imporsi come standard a livello internazionale richiederebbe doti di carattere divinatorio, per questo motivo, come ogni buon investitore sa, è ancora più importante diversificare il proprio portafoglio, perché pur dando per certo il fatto che questa tecnologia sia destinata a rimanere e a rivoluzionare il nostro mondo nei prossimi anni, solo attraverso un’accurata diversificazione del nostro portafoglio possiamo assicurarci di non rischiare di perdere tutto qualora (e c’è la possibilità che questo sia inevitabile) col trascorrere del tempo dovessero iniziare ad emergere degli standard capaci di far capitolare i vari competitor portando al successo un solo, singolo progetto in un determinato settore