Scenari futuribili dei bitcoin e delle criptovalute in genere

Anche chi è dentro alla materia di bitcoin e altcoin, anche chi ha confidenza con i wallet, chi li usa regolarmente e chi ci specula sopra facendo trading, ha comunque l’impressione che non si sia certamente giunti alla “consacrazione” definitiva di questo mondo…

Noi lo pensiamo perchè ancora non sono uno strumento alla “portata tecnologica” di tutti, perchè non hanno ancora quella spendibilità e semplicità di utilizzo che dovrebbero avere, perchè il mercato è costellato di centinaia di valute, alcune oggettivamente poco solide e significative, quindi cosa dobbiamo aspettarci?
Nessuno sa dirlo con certezza, sicuramente pochi pensavano che nel 2017 un bitcoin avrebbe sfiorato i 3000$, siamo davanti ad una rivoluzione che è simile a quella degli smartphone e del mobile o della mail? oppure questo mondo retrocederà ad un aspetto di nicchia per nerd o filosofi “anti-sistema-bancario”?

Noi speriamo nella più ampia diffusione possibile, speriamo che diventi uno strumento ed una realtà che anche le nostre nonne possano utilizzare al pari di un bancomat, che sia uno strumento per trasferire denaro velocemente e senza preoccupazioni e che le commissioni per muovere queste valute diventino infinitesimali o nulli…

Esploriamo alcuni scenari futuribili possibili, giusto per farsi un’idea di quello che potrebbe essere il domani delle criptovalue e dei bitcoin in primis…

  • Il bitcoin potrebbe arrivare a 100.000$ o di più, come sappiamo diventa sempre più complesso minarlo, sul lungo periodo niente vieta di pensare a scenari di super valutazione!
  • Le criptovalute più solide potrebbero diventare lo strumento più immediato per procedere con micro acquisti, abbattendo tempi e semplificando le modalità, con zero commissioni!
  • Possiamo supporre una realtà economia dove valute canoniche e le criptovalute saranno un unicum strettamente connesso e interscambiabile in modo immediato e senza costi o commissioni. Un futuro dove possedere un conto in bitcoin o in dollari sarà la stessa identica cosa con le stesse identiche modalità di gestione… Un futuro dove evidentemente non sarà più necessario stampare banconote e i pagamenti avverranno solo tramite strumenti connessi…
  • Immaginare che le criptovalute possano essere il mezzo di scambio economico delle IoT (Internet of Things), facendo un esempio possiamo pensare ad un frigorifero che ordini la verdura in autonomia perché vuoto pagando in bitcoin Amazon.

A questi scenari possibili, si affiancano inevitabilmente situazioni meno “piacevoli”, noi pensiamo che il vero rischio e nota dolente possa essere, per il mondo delle valute virtuali, attacchi informatici che vadano a minarne la solidità e l’immagine pubblica dello strumento…

Ricordiamoci che anche delle banche, da sempre di indubbia solidità, negli ultimi anni abbiamo smesso di fidarci in modo incondizionato e cieco…  Stessa cosa vale per le obbligazioni, da sempre strumento finanziario sicuro e garantito che ora come ora non lo è più a seconda di chi le ha emesse… Ci sono casi eclatanti anche fuori dal nostro martoriato paese, Lehman ha fatto scuola…

Quello che reputo debba cambiare con le criptovalute è quell’attitudine da “informatico smanettone” che le circonda, dobbiamo tutti spingere perchè diventino una cosa non che affascina perchè è “geek”, ma perchè è utile, sicura, comoda e conveniente…

Ci vuole una regolamentazione dei wallet a livello internazionale, ci vuole una seria regolamentazione per chi fa startup con nuovi altcoin e lo sforzo maggiore deve essere effettuato in termini di semplificazione e maggiore fruibilità di questo fantastico mondo pieno di potenzialità ancora inespresse…

Se vuoi speculare sull'andamento delle criptovalute principali, clicca qui sotto:Confronto Piattaforme Broker >>

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*