I proprietari di Apple Watch potranno ricevere pagamenti in bitcoin sui loro dispositivi

Bluewallet è un’azienda nota nel settore per aver sviluppato portafogli bitcoin per android e Ios, nella giornata di oggi ha comunicato il lancio di una nuova applicazione per Apple Smartwatch che per funzionare utilizzerà la rete Lightning (che per chi non lo sapesse ha lo scopo di aumentare le transazioni processabili scalando off chain). I proprietari di questi dispositivi, quindi, potranno da ora utilizzarli per ricevere pagamenti in Bitcoin; ovviamente, con la stessa app, sarà possibile effettuare anche transazioni in Bitcoin. Si tratta quindi di un vero e proprio wallet, ma la notizia è importante perché è il primo caso di un portafoglio bitcoin installabile su dispositivi indossabili. Bluewallet è stata molto onesta nel lancio di questa nuova app, frenando l’entusiasmo dei bitcoiners, infatti, ha affermato che non è nella posizione di poter prevedere quanto successo avrà questa applicazione, dal momento che non è possibile ancora sapere se per la gestione delle loro monete gli utenti troveranno più comodo continuare ad usare i loro smartphone o se invece inizieranno a migrare i loro portafogli sugli smarwatch (che comunque non sono poi così diffusi). Indipendentemente da quanto successo potrà avere questa nuova applicazione Bluewallet dichiara che si tratta di un primo esperimento e che, in futuro, sono già in cantiere altri progetti per portare i portafogli bitcoin sui dispositivi indossabili; tutto questo ci induce però inevitabilmente a fare alcune riflessioni, dal momento che attraverso la tecnologia blockchain è possibile gestire non solo il denaro ma anche stabilire l’identità di una persona, spostando quindi sulla catena di blocchi le carte di identità, e conseguentemente qualunque tipo di documenti (come le patenti o il codice fiscale) ormai diventa facile immaginare un futuro in cui un semplice braccialetto (tipo quelli per lo smarfitness) diventerà un “portafogli” nel senso più classico del termine, permettendoci di custodire e portare con noi, ovunque nel mondo, non solo il nostro denaro ma anche i nostri documenti. Il tutto con la sicurezza, la trasparenza e la privacy garantita dalla blockchain; vi sembra poca cosa? A me, sinceramente, no.