TRON: analisi di mercato settimanale (dal 4 Agosto al 10 Agosto 2019 su coppia BTC/TRX)

Ormai da diverse settimane ripetiamo che TRON andrebbe più che altro inteso come un investimento di lungo periodo e che è una moneta che, per svariati motivi, in questo momento mal si presta a fare trading; nella nostra analisi di sabato scorso, infatti, abbiamo scritto che non ci sono estremi per capire quanto ancora in basso potrà scendere TRX ma abbiamo anche detto che dal momento che le quotazioni di TRON in questo momento sono così basse in un’ottica di lungo periodo, anche in virtù della bontà del progetto, diventa facile immaginare di poter fare ottimi profitti con questa moneta. Durante gli ultimi sette giorni TRX ha faticato non poco, cosa che lo accomuna a tutte le altcoin, ma a differenza di molte altre monete del mercato quella inventata da Justin Sun ha avuto un pesante flash crash nella giornata di martedì 6 Agosto che ha trascinato le quotazioni fino al minimo storico di 1 satoshi (che è come dire, sostanzialmente, zero). Come sempre succede nei flash crash il prezzo ha recuperato le perdite in breve tempo, ma molti trader, che avevano inserito degli stop loss molto in basso, hanno subito perdite enormi e tanti altri (che invece avevano messo ordini di acquisto molto in basso) si ritrovano oggi con profitti enormi; il rischio, a questo punto, è che le persone che sono riuscite ad acquistare durante il flash crash ora vendano i loro TRX per prendere profitto, favorendo in questo modo la continuazione del ciclo ribassista.

BTC/TRX gli orsi dominano il mercato tra flash crash e panic selling

Come accennato nel paragrafo precedente sono numerosi i trader che come strategia tentano sistematicamente di sfruttare i flash crash, soprattutto sulle monete a bassa e media capitalizzazione; normalmente questo genere di fenomeni, soprattutto se si verifica durante un trend bearish, può indurre i trader a fare tutta una serie di errori. Sui grafici, infatti, i flash crash generano delle enormi gravestone doji che, però, contrariamente a quanto ci aspetteremmo non spingono il prezzo più in alto ma più in basso; il motivo è facile da intuire, comprare una moneta che pochi giorni prima ha perso quasi tutto il proprio valore azzerandosi sostanzialmente (anche se per pochi minuti, o secondi) è cosa abbastanza complessa psicologicamente (e infatti dopo i flash crash i volumi tendono ad assottigliarsi). Altri trader tendono a considerare il minimo toccato durante il flash crash come il prossimo punto di destinazione per il prezzo (io sono tra quelli), ma è una regola che non sempre può essere applicata, il mercato è pieno di esempi di monete che hanno invertito il loro trend diventando bullish molto tempo prima di raggiungere il minimo toccato durante il flash crash. Per quanto riguarda strettamente l’analisi tecnica, invece, il quadro generale su tutti i time frame è chiaramente ribassista, tuttavia osservando il grafico 1D ci sembra di notare che il MACD stia costruendo una grossa divergenza ribassista e vediamo chiaramente l’RSI essere ormai prossimo a cadere in zona di ipervenduto; insomma, la sensazione è che probabilmente il trend bearish non durerà ancora a lungo, da qui a decidere di andare long su TRON a cuor leggero, ovviamente, con la situazione attuale ce ne passa e neanche poco.

Previsione settimanale

Fare una previsione su TRON per i prossimi sette giorni assomiglierebbe troppo al lanciare una monetina, quindi per questa settimana meglio tralasciare; attualmente non ci sono estremi per definire quale direzione prenderà il prezzo, per cui è preferibile restare in attesa e aspettare pazientemente che si formi un pattern che ci permetta di capire che tipo di direzione prenderà il trend. In questo momento il livello chiave da osservare è posto in quota 350 satoshi, se ci sarà una rottura al rialzo qui sarebbe un chiarissimo segnale di inversione che ci permetterebbe di andare long riducendo quasi a zero i rischi. Come scrivevo la scorsa settimana, però, chi ha in testa di operare in ottica di lungo periodo può comunque valutare la possibilità di comprare ora o, meglio ancora, spalmare i propri ordini di acquisto per tutta la lunghezza dell’ombra della candela del 6 Agosto (la data del flash crash) in maniera progressiva, di modo da assicurarsi di aver acquistato delle monete a prezzi sempre più bassi prima che TRX torni ad essere bullish, cosa che, presto o tardi, dovrà necessariamente avvenire.

Nota bene: questo post non intende fornire in alcun modo consigli di natura finanziaria relativi a come investire il vostro denaro ma ha finalità puramente didattiche, ValuteVirtuali non ha denaro investito in TRX