Ripple: analisi di mercato settimanale (dal 26 Settembre al 2 Ottobre 2019 su coppia BTC/XRP)

Settimana scorsa avevo scritto di essere tendenzialmente bullish su ripple ma che in virtù del crollo del giorno precedente di bitcoin per aprire una posizione sarebbe stato preferibile tutelarsi con uno stop loss; per fortuna è stata una precauzione inutile, perché il prezzo di XRP si è prontamente ripreso ed ha rimbalzato in maniera importante, per cui chi dovesse aver aperto una posizione sulla base della nostra ultima analisi di sicuro non se ne sarà pentito. Detto questo diciamo anche sin da subito che adesso la lettura del trend inizia a farsi sempre più complicata, perché ci troviamo in prossimità del precedente massimo e non possiamo sapere se riusciremo a romperlo oppure no; nella prima ipotesi sarebbe una conferma del trend rialzista, qualora però il prezzo non riuscisse a infrangere il livello del precedente massimo le cose si complicherebbero un bel po’ e potremmo star sicuri, nella migliore delle ipotesi, di un ritracciamento, mentre nella peggiore ci ritroveremmo nuovamente scaraventati in un trend ribassista.

BTC/XRP inversione o continuazione?

Partiamo come sempre dal grafico 30D, anche perché abbiamo l’apertura della nuova candela del mese da studiare; una buona notizia, per iniziare, l’apertura è sopra il punto pivot, per cui possiamo aspettarci la caccia come minimo alla R1, anche se in questo momento sembrerebbe che ci sia un piccolo ritracciamento (ma attenzione, perché come vedremo più avanti c’è poco da fidarsi), in compenso sia il MACD che l’RSI non ci entusiasmano, ma visto che veniamo da un lungo trend bearish su un time frame a un mese è anche normale che sia così. Passiamo al grafico 7D, qui abbiamo il MACD che è tornato rialzista e leggiamo, a stento, una divergenza rialzista sull’RSI; in queste situazioni, quindi, ci andiamo a ripescare uno strumento che è particolarmente utile per mettere a fuoco le divergenze e cioè l’elder ray, che ci conferma che si, la divergenza bullish che intravediamo appena sull’RSI non è una svista ma si è formata veramente. Il problema, è lo vediamo bene su time frame settimanale, sono le prese di profitto che hanno sistematicamente respinto il prezzo ogni volta che si è avvicinato alla quota cruciale dei 3300 satoshi; passiamo quindi al grafico 1D, per analizzare il quale ci serviremo solo delle nuvole di ichimoku. Grazie a questo strumento con un semplice colpo d’occhio ricaviamo l’impressione di essere in una fase rialzista, il prezzo infatti, nonostante il ritracciamento di ieri, è emerso dalla nuvola, cosa che normalmente va interpretata in senso bullish; il problema è che la linea di ritardo è ancora ben lontana dal fare altrettanto e questo indebolisce il nostro segnale. A questo punto abbiamo tre livelli da tenere d’occhio, il primo corrisponde alla Tenkan-sen (la media mobile veloce), in zona 2940 satoshi che dovrebbe rappresentare il punto ideale per un rimbalzo; proprio qui, infatti, dovrebbe terminare la fase di ritracciamento e il prezzo dovrebbe spiccare un salto che, questa volta, dovrebbe permetterci di infrangere quota 3300 satoshi, permettendo alla linea di ritardo di emergere dalla nuvola. Quello che ho appena descritto, però, è lo scenario più ferocemente bullish, esiste anche la possibilità che il prezzo infranga al ribasso la Tenkan-sen, e a quel punto abbiamo ancora due baluardi intorno i quali i tori tenteranno di costruire la loro linea difensiva e cioè il bordo superiore della nuvola (a quota 2880 satoshi) e quello inferiore (2600 satoshi); qualora questi due livelli fossero rotti il prezzo tornerebbe sotto la nuvola e ci sarebbero altissime probabilità che sprofondi fino a toccare un nuovo minimo.

Previsione settimanale

Chiamatemi folle, e del resto non avreste torto, ma lo scenario che considero più probabile per xrp in questo momento è proprio quello che ho definitoferocemente bullish”, per cui mi aspetto che il ritracciamento continui nella giornata di oggi (tenete conto che mentre scrivo questa analisi sono l’una di notte) fino a raggiungere la Tenkan-sen, per poi rimbalzare violentemente e rompere finalmente al rialzo quota 3300 satoshi. Nonostante questo sconsiglierei a chiunque di tentare un trade del genere; quello che dovete fare, se non avete una posizione aperta, è attendere la rottura di quota 3300 satoshi, cosa che rappresenterebbe la conferma definitiva che ripple ha effettivamente invertito il trend ribassista. Tenete conto che in un mio vecchio post di quest’estate, dopo che il mese d’aprile s’era rivelato un massacro, avevo scritto che l’esplosione del prezzo di ripple sarebbe arrivata ad ottobre. Sono passati mesi, ma il filo logico che sto seguendo è ancora lo stesso; i prossimi giorni ci permetteranno quasi sicuramente di capire se quel filo logico era corretto oppure no, per adesso non ci resta che aspettare l’appuntamento di mercoledì prossimo con ripple

Nota bene: questo post non intende fornire in alcun modo consigli di natura finanziaria relativi a come investire il vostro denaro ma ha finalità puramente didattiche, ValuteVirtuali non ha denaro investito in XRP.