Monero: analisi di mercato settimanale (dal 4 Ottobre al 10 Ottobre 2019 su coppia BTC/XMR)

Ormai sono settimane che scriviamo che XMR è drammaticamente ribassista, nonostante qualche sporadico tentativo di rimbalzo, infatti, questa moneta non sembra più capace di attrarre liquidità e pare ormai inesorabilmente in caduta libera (almeno per quanto riguarda la coppia con bitcoin); il motivo, come abbiamo spiegato in diverse occasioni, è che le monete anonime sono state prese di mira dal GAFI e diversi exchange sui mercati asiatici hanno già deciso di adeguarsi alle nuove direttive e procedere col delisting di diverse monete tra cui anche monero. In questo momento il prezzo di XMR (espresso in bitcoin) non sembra dare segnali di vita per cui, visto che chi fa trading sulle altcoin lo fa per accumulare BTC, questa moneta al momento è uscita dai radar di tutti i maggiori osservatori ed anche i volumi si alzano oramai solo per accompagnare le sistematiche zampate con le quali gli orsi spingono il prezzo sempre più in basso; diamo comunque un’occhiata ai grafici, non fosse altro per tentare di capire se questa caduta controllata si appresta a finire o se la spinta ribassista è, ancora, semplicemente troppo forte per essere invertita.

BTC/XMR niente letargo per gli orsi, ma non è un problema di cambiamento climatico

Partiamo dal grafico 30D, il quale ci permette di comprendere subito il motivo dei timidi rialzi avuti settimana scorsa; in concomitanza con l’apertura della candela di ottobre, infatti, abbiamo avuto un ritracciamento verso il punto pivot che però ha stoppato sul nascere ogni velleità rialzista rispedendo immediatamente il prezzo sui livelli dell’apertura e dando la sensazione che presto arriverà il test della S1 e, a stretto giro di posta, della S2. Sul grafico 7D, invece, notiamo movimenti che abbiamo già visto diverse volte nel corso di quest’anno; il MACD torna rialzista, chiude una divergenza bullish, ma il prezzo, invece che spiccare verso l’alto inizia a muoversi lateralmente e prosegue in questo movimento fino al successivo dump. Insomma, sembra proprio che nessuno voglia più comprare monero e chi in questi mesi si è affidato alla mera analisi tecnica per la propria operatività operando su questa moneta temo sia finito con lo svenarsi. Passiamo al grafico 1D, dal quale vediamo che il prezzo ha già rotto nella giornata di ieri l’ultimo minimo e appare quindi chiaramente deciso a perdere ancora altro terreno rispetto a bitcoin.

Previsione settimanale

Non c’è molto da dire in questo momento per monero, il prezzo scenderà ancora fino a toccare come minimo una zona intorno a quota 0,0041BTC; a quel punto o ci sarà finalmente un’inversione o potremo considerare definitivamente questo grafico rotto. In ogni caso XMR non è moneta che in questo momento offra buone opportunità di trading, a meno di non poterla shortare; meglio quindi concentrarsi su altre altcoin, soprattutto perché ve ne sono molte che ad oggi sono tornate ad emergere dalle nuvole di ichimoku ed appaiono ormai, a differenza di monero, marcatamente bullish.

Nota bene: questo post non intende fornire in alcun modo consigli di natura finanziaria relativi a come investire il vostro denaro ma ha finalità puramente didattiche, ValuteVirtuali non ha denaro investito in XMR.