Ethereum: analisi di mercato settimanale (dal 18 Dicembre al 24 Dicembre 2019 su coppia BTC/ETH)

Come avevamo avuto modo di preannunciare martedì scorso il prezzo di ethereum in questa ultima settimana è andato a picco; nulla di particolarmente difficile da prevedere, come detto i grafici in questo caso erano chiarissimi, che gli orsi controllassero il mercato era abbastanza evidente per cui non c’è nulla di che vantarsi, era una previsione facile da azzeccare. Essendosi verificato un test della R2 le cose a questo punto si sono fatte più complesse rispetto a una settimana fa, dal momento che ci troviamo in una fascia di prezzo che potrebbe facilmente dare vita a un rimbalzo; andiamo quindi a dare subito un’occhiata ai grafici per tentare di capire cosa potrà succedere da qui alla fine dell’anno.

BTC/ETH tra la speranza di un rimbalzo e il timore di nuovi crolli

Come preannunciato la nuova candela del mese ha aperto abbondantemente sotto al punto pivot, a metà strada con la nuova R1; è questa una situazione di complicata lettura perché il prezzo potrebbe riportarsi in prossimità del pivot, oppure andare giù e testa la nuova resistenza. In ogni caso, anche se ci fosse un rimbalzo, difficilmente i tori potrebbero riuscire a spingere il prezzo sopra il punto pivot attualmente piazzato in zona 0,019BTC. Osservando il grafico 7D la sensazione è di un trend marcatamente bearish che si concluderà inevitabilmente con uno scivolamento verso un nuovo minimo rispetto a quello toccato a fine agosto; tuttavia bisogna comunque fare attenzione perché il MACD sembra suggerire che le cose potrebbero cambiare velocemente e i tori potrebbero tornare in controllo del mercato anche perché il libro degli ordini continua ad essere sbilanciato in favore dei compratori. Passando al grafico 1D la sensazione è che il crollo sia stato troppo repentino per non generare un ritracciamento al rialzo, che diventa a questo punto uno scenario abbastanza probabile; in ogni caso è proibitivo credere che i tori possano riuscire a riportare il prezzo sopra quota 0,01894BTC, per cui la possibilità di andare long su ethereum diventa molto soggettiva e dipende dalla propensione al rischio del singolo trader.

Previsione settimanale

Personalmente non credo valga la pena prendersi il rischio di andare ad operare su una moneta che appare così marcatamente bearish per inseguire un rimbalzo tecnico che varrebbe, nella migliore delle ipotesi, a stento un 10%; tuttavia occorre precisare che proprio il rimbalzo è uno degli scenari più probabili in questo momento. Questo vale ovviamente in un’ottica di brevissimo termine, diciamo da qui alla fine dell’anno, perché in linea di massima quello che leggiamo sui grafici è ancora un trend marcatamente ribassista in cui non v’è la minima traccia di un segnale di inversione; piuttosto che giocare a fare i piccoli kamikaze, quindi, meglio restare fuori dal mercato e cercare opportunità migliori, il rischio in questo momento su ethereum è a mio parere eccessivo e il gioco non vale la candela.

Nota bene: questo post non intende fornire in alcun modo consigli di natura finanziaria relativi a come investire il vostro denaro ma ha finalità puramente didattiche, ValuteVirtuali non ha denaro investito in ETH.