EOS: analisi di mercato settimanale (dal 30 Dicembre al 5 Gennaio 2020 su coppia BTC/EOS)

Difficile oggi tirare le somme sulla nostra ultima previsione su EOS, anche perché nel nostro ultimo articolo eravamo rimasti abbastanza sul vago; domenica scorsa, infatti, avevo scritto che era plausibile una risalita di EOS fino a quota 0,0004BTC, cosa che non è successa. Avevo però anche scritto di essere bearish su EOS ed effettivamente abbiamo avuto un pesante dump nella giornata di giovedì scorso, prontamente recuperato però dalla spinta dei tori il giorno successivo. Oggi le quotazioni sono tornate sui livelli di domenica scorsa, per cui possiamo dire sostanzialmente che è come se nulla fosse cambiato in questi giorni; non ci resta quindi altro da fare che andare a dare un’occhiata ai grafici per provare a capire cosa attenderci da questa moneta nelle prossime settimane.

BTC/EOS i tori sono in difficoltà

La chiusura di giornata di oggi sarà decisiva per definire l’andamento di EOS nei prossimi giorni; questa giornata s’è aperta con una spinta rialzista ma gli orsi hanno prontamente rifilato la zampata ricacciando indietro i tori. Quello che dobbiamo fare è capire se si tratta di un banale ritracciamento che verrà recuperato nel corso della giornata o se la spinta ribassista proseguirà nelle prossime ore e, conseguentemente, anche nella prossima settimana; per farlo andiamo direttamente ad osservare il grafico 4H. Quello che vediamo su questo time frame è l’inizio della spinta rialzista a partire dal 17 Dicembre, spinta che ha portato il prezzo sopra le nuvole di ichimoku, in uno scenario bullish di breve termine; tale spinta si è esaurita tra il 30 dicembre e il primo gennaio, cosa che ha provocato un pesante dump nella giornata del due. Qui vediamo il prezzo che ha sfruttato il margine inferiore delle nuvole per rimbalzare, riportandosi così in prossimità del margine superiore ma senza riuscire ad emergere dalla nuvola; dal tre gennaio ad oggi il prezzo ha continuato a battere su questa resistenza senza riuscire ad infrangerla stabilmente, ogni volta che il prezzo ha fatto capolino oltre la nuvola, infatti, gli orsi l’hanno sistematicamente ricacciato indietro. Unendo i minimi toccati il 17 dicembre, il 23 dicembre e il 2 gennaio la sensazione è che su time frame 4H EOS stia costruendo un triangolo ascendente che ha come base quota 36477 satoshi ed è proprio questo il livello che dobbiamo tenere d’occhio. Osservando, per concludere, MACD ed RSI notiamo che non si sono formate divergenze ribassiste e questo è comunque un segnale rassicurante.

Previsione settimanale

Di mio sono ancora ribassista su EOS, anche se il grafico 4H ci mostra l’esatto contrario; osservando questo time frame, come accennato, ciò che vediamo è un pattern rialzista, tuttavia il mio intuito mi suggerisce di restare molto prudente su questa moneta. Al netto di questo l’intuito spesso e volentieri ci tira scherzi decisamente brutti, quindi è sempre meglio tentare di attenersi strettamente all’analisi tecnica; quello che dobbiamo fare, di conseguenza, è tenere d’occhio quota 36477 satoshi, perché questo livello sarà cruciale per definire la direzione del trend. Quindi, qualora EOS si riportasse al di sotto delle nuvole di ichimoku avremmo un segnale ribassista (perché il supporto del triangolo ascendente verrebbe rotto), qualora invece avessimo una chiusura di giornata sopra quota 36477 satoshi avremmo un segnale bullish e potremmo valutare di andare long al primo pull back.

Nota bene: questo post non intende fornire in alcun modo consigli di natura finanziaria relativi a come investire il vostro denaro ma ha finalità puramente didattiche, ValuteVirtuali non ha denaro investito in EOS.