EOS: analisi di mercato settimanale (dal 16 Dicembre al 22 Dicembre 2019 su coppia BTC/EOS)

Domenica scorsa avevo scritto che investire su EOS in questo momento era improponibile perché da almeno tre mesi questa moneta si muove lateralmente e riuscire a prevedere che direzione prenderà il trend, in uno scenario di questo tipo, è sostanzialmente impossibile; la sensazione è un po’ cambiata nel corso degli ultimi sette giorni, ma è cambiata in peggio. Anche EOS, infatti, come quasi tutte le monete del mercato, ha subito un pesante ritracciamento ad inizio settimana, cosa che ha portato le quotazioni a mettere a segno un minimo più basso rispetto a quello toccato il 24 novembre; tendenzialmente, quindi, questo andrebbe letto come un segnale ribassista ed infatti, come stiamo per vedere nel prossimo paragrafo, in questo momento non ci sono gli estremi per andare long su EOS.

BTC/EOS gli orsi controllano il mercato

Normalmente un trader scafato tende a guardare poco il libro degli ordini, soprattutto per evitare di farsi influenzare, tuttavia molti piccoli investitori e i trader alle prime armi basano molto della loro operatività su questo; in ogni caso anche i trader più esperti non mancano di dare di tanto in tanto un’occhiata al libro degli ordini ed anche noi nelle nostre analisi capita che facciamo riferimento a questo aspetto in particolare. Nel caso di EOS se si guarda il libro degli ordini diventa praticamente impossibile decidere di aprire una posizione, col lato degli acquisti sottilissimo (appena una dozzina di bitcoin) e il lato delle vendite che si presenta come una montagna quasi impossibile da scalare con ordini inseriti per oltre 10mila bitcoin; nonostante sia notorio che proprio attraverso il libro degli ordini si pratichi una delle forme più comuni di manipolazione nel mercato delle cripto, ed è poi il motivo per cui personalmente tendo a considerarlo poco o nulla, nel caso di EOS la situazione è abbastanza terrificante. Per il resto osservando il grafico 30D la primissima impressione che se ne trae è che il prezzo stia tornando da dove era partito ad ottobre 2017, per cui di strada da fare al ribasso ce n’è ancora molta; nel momento in cui EOS romperà l’attuale supporto (cosa che sembra inevitabile) il prezzo scivolerà fino a quota 8150 satoshi perdendo gran parte del proprio valore attuale. Osservando il grafico settimanale, però, ci rendiamo conto che prima di tornare al minimo storico c’è un altro supporto interessante da osservare in zona 21648 satoshi ed è questo il livello che dobbiamo attendere venga raggiunto prima di valutare anche solo lontanamente di aprire una posizione su EOS. Una rapida occhiata, per concludere, al grafico 1D non fa che riconfermare tutto quanto sin qui detto.

Previsione settimanale

Non credo ci sia bisogno di dire esplicitamente che in questo momento sono molto bearish su EOS, appare chiaro da tutto quanto scritto nel paragrafo precedente; in realtà questa è una moneta in cui nutro poca fiducia e questo inevitabilmente alimenta la mia interpretazione ribassista dei grafici. La fiducia è infatti una componente fondamentale del trading di criptovalute ed è il solo elemento che ci consente di hodlare una moneta anche quando è pesantemente in perdita; ovviamente non tutti la pensano come me, una parte della comunità è molto entusiasta di questo progetto, tuttavia è una minoranza e questo si riflette anche sulle quotazioni. Rispetto ad altri progetti lo zoccolo duro di coloro che si fidano ciecamente di EOS è abbastanza ridotto, se a questo aggiungiamo una distribuzione delle monete in fase di ICO probabilmente curata male ecco che riusciamo a capire i motivi per cui il libro degli ordini appare così squilibrato dal lato delle vendite. In ogni caso solo il tempo potrà dirci se questa mia interpretazione marcatamente bearish è sensata o se invece sto peccando di eccessivo pessimismo, per adesso però il mio consiglio è quello di tenervi ben lontani da EOS.

Nota bene: questo post non intende fornire in alcun modo consigli di natura finanziaria relativi a come investire il vostro denaro ma ha finalità puramente didattiche, ValuteVirtuali non ha denaro investito in EOS.