Bitcoin: analisi di mercato settimanale (dal 10 Dicembre al 16 Dicembre 2019 su coppia USDT/BTC)

Bitcoin a 430.000 dollari

Lunedì scorso avevo scritto, nella nostra ultima analisi sull’andamento del prezzo di bitcoin, di essere bearish su BTC ed effettivamente le quotazioni di questa moneta nel corso degli ultimi sette giorni sono calate; in particolar modo è emerso che il ragionamento che stiamo seguendo per quanto riguarda bitcoin si è rivelato fino adesso corretto. Come avevamo avuto modo di segnalare, infatti, attualmente questa criptovaluta è incastrata in un canale ribassista, ciò che resta da vedere è se realmente il nuovo fondo sarà intorno ai 4500$ o se invece i tori riusciranno a difendere il supporto a 7000$; la sensazione, a dirla tutta, è che la rottura potrebbe arrivare proprio nel corso dei prossimi dieci giorni, in ogni caso, come abbiamo già avuto modo di spiegare, la presente lettura del trend attuale potrà dirsi sbagliata solo nel momento in cui bitcoin dovesse riportarsi sopra quota 8000$. Prima che questo livello venga rotto, infatti, non potremo che continuare ad essere ribassisti su questa moneta; detto questo andiamo comunque a dare un’occhiata ai grafici e proviamo a capire insieme cosa ci aspetta in questa nuova settimana.

USDT/BTC gli orsi controllano il mercato

Iniziamo come sempre dal grafico 30D, questa settimana aprirà la nuova candela del mese, tuttavia siamo già in condizione di poter affermare che quasi sicuramente aprirà sotto il punto pivot; nei giorni scorsi abbiamo già avuto una rottura della R1, per cui la sensazione è che una volta terminato questo ritracciamento ci sarà come minimo un test della R2 in zona 5500$ e che, qualora anche questo livello venisse rotto, il test del supporto successivo dovrebbe avvenire intorno a quota 3800$. Passiamo quindi al grafico settimanale, dal quale vediamo distintamente non solo il canale ribassista ma anche la forza del trend bearish in cui ci troviamo attualmente, col MACD che ormai ha tagliato al ribasso la linea dello zero, mentre settando le ichimoku cloud notiamo come il prezzo si stia apprestando a passare nuovamente al di sotto delle nuvole. Basta invece una rapida occhiata al grafico 1D per renderci conto che siamo chiaramente in uno scenario bearish.

Previsione settimanale

Nonostante il libro degli ordini si mostri notevolmente più sottile dal lato di chi vuole vendere che non da quello di chi vuole comprare la debolezza di bitcoin è, attualmente, conclamata; man mano che ci avviciniamo all’halving, che avverrà la prossima primavera, diventano sempre più inquietanti i moniti di una parte della comunità che da qualche settimana sta ripetendo che, questa volta, l’halving potrebbe non avere il solito effetto violentemente bullish sulle quotazioni e, se questo dovesse succedere in uno scenario come quello attuale, sarebbe davvero una brutta gatta da pelare. Di qui ai prossimi mesi, infatti, è ragionevole pensare che il prezzo di bitcoin possa dimezzare il proprio valore, per cui se l’halving non dovesse sortire gli effetti sperati la situazione prenderebbe una piega abbastanza brutta, soprattutto per i minatori che, già a questi prezzi, potrebbero aver iniziato a minare in perdita. I prossimi mesi, per concludere, non saranno facili per bitcoin, non ci rimane quindi altro da fare che aspettare pazientemente un segnale di inversione e tenere da parte la nostra liquidità in attesa di tempi migliori.

Nota bene: questo post non intende fornire in alcun modo consigli di natura finanziaria relativi a come investire il vostro denaro ma ha finalità puramente didattiche, ValuteVirtuali non ha denaro investito in BTC.