Blockchain: la svolta cinese mette il vento in poppa a TRON

BONUS BITMEX

Come abbiamo avuto modo di spiegare in un recente articolo il partito comunista cinese ha deciso di investire molto sulla blockchain puntando a una piena integrazione di questa tecnologia a livello sia economico che sociale; la svolta è stata così repentina e inattesa che sembra che a partire da oggi funzionari del governo cinese siano all’opera per far sparire ogni traccia degli articoli che in passato avevano bollato l’industria delle criptovalute come una truffa. Del resto è stato lo stesso presidente Xi Jinping, con un discorso pubblico, a dettare la nuova linea cinese per cui l’accelerazione impressa nel paese è stata praticamente immediata tanto che anche i social cinesi stanno provvedendo a censurare gli account che non si mostrano allineati con la nuova filosofia governativa e conservano un approccio critico alla diffusione di questa tecnologia. E chi mai avrebbe potuto giovarsi maggiormente di questo improvviso entusiasmo tecnologico cinese se non TRON? Nelle ultime 24 ore, TRX in coppia col dollaro ha infatti guadagnato quasi il 25%; del resto noi di ValuteVirtuali sono settimane che vi diciamo di tenere d’occhio questa criptovaluta, sia per il chiaro sostegno governativo di cui gode sia perché che le cose fossero in procinto di cambiare in Cina s’era capito già quest’estate con le dichiarazioni della banca centrale in merito al fatto che la CBDC cinese era sostanzialmente pronta ad essere lanciata. Facile ipotizzare, col senno di poi, che Justin Sun fosse se non informato comunque al corrente della piega che avrebbero preso le cose dal momento che qualche mese fa aveva promesso che TRX sarebbe tornata sicuramente tra le prime dieci criptovalute per capitalizzazione. Se poi ci aggiungiamo che lo stesso giorno del discorso del presidente Xi il CEO di Tron ha annunciato un’importante partnership, ancora sconosciuta, con quella che ha definito una “grandissima corporation” (dimostrando questa volta un tempismo perfetto), ecco spiegato l’elevato hype che si è costruito intorno a TRX negli ultimi giorni. Insomma, la sensazione è che i cinesi considerino la tecnologia blockchain come il terreno di scontro ideale su cui contendersi l’egemonia a livello globale con gli USA e l’improvvisa accelerazione mostrata da Xi Jinping è riconducibile probabilmente proprio a questo; mentre gli USA sono ancora alle prese con libra e non sembrano essere capaci di decidere se investire pienamente sulla tecnologia blockchain o frenarne l’ascesa la Cina ha messo la freccia e si appresta a sorpassare gli americani. In tutto questo l’Europa appare già rimasta notevolmente indietro rispetto ai due colossi e i nostri media non sembrano nemmeno essersi resi conto di quanto sia stato epocale il discorso di Xi Jinping dello scorso fine settimana.