Ripple: analisi di mercato settimanale (dal 4 Luglio al 10 Luglio 2019 su coppia BTC/XRP)

Commentare l’andamento delle altcoin sta diventando noioso, immagino lo sia anche per chi legge questi articoli, dal momento che inizia ad esserci sempre meno da dire; in coppia con bitcoin tutte le principali alt sono in profondo rosso, c’è poco da commentare, i supporti sono stati infranti e ci dirigiamo chiaramente verso i minimi storici, vale anche per ripple. Come detto anche la scorsa settimana c’è poco da stare allegri per quel che riguarda XRP, ceduto il supporto a 4000 satoshi adesso la sensazione è che questa moneta abbia di fronte una lunga caduta fino ai minimi di ottobre 2017 (1000 satoshi) anche se non escluderei la possibilità di un rimbalzo intorno ai 2600 satoshi. Al netto di questo riflessioni andiamo a dare un’occhiata ai grafici per capire cosa aspettarci dai prossimi sette giorni

BTC/XRP gli orsi sono padroni del mercato

Dopo aver aperto la nuova candela di luglio sotto il punto pivot adesso abbiamo due supporti, la S1 a quota 2600 satoshi e la S2 a quota 2000 satoshi, rotti questi livelli il crollo fino a quota 1000 satoshi sarà praticamente inevitabile. La situazione appare poco entusiasmante anche per quel che riguarda il TF a una settimana, dove tutti i nostri strumenti preferiti (MACD, RSI, nuvole di Ichimoku) ci restituiscono uno scenario marcatamente ribassista; un po’ meglio la situazione sul grafico 1D dove sembra che sia il MACD che l’RSI stiano costruendo una divergenza rialzista. La sensazione è che intorno a quota 2600 satoshi potrebbe esserci un rimbalzo, ma attenzione, perché fino oggi ogni rimbalzo si è rivelato essere solo il classico gatto morto e non ha mai corrisposto a una vera inversione, per cui, prima di comprare meglio pensarci un bel po’ perché il rischio, a fronte di una valutazione sbagliata, è di incorrere in perdite pesanti.

Previsione settimanale

Ovviamente anche per questa settimana il mio orientamento per quel che riguarda ripple, così come tutte le maggiori altcoin, non può che essere ribassista; probabilmente da qui a mercoledì prossimo ci ritroveremo a commentare un prezzo molto vicino ai 2600 satoshi, ammesso che non parta prima il panic selling e che questo livello venga toccato più velocemente di quanto immagini oggi. Insomma, non è il momento di mettersi a giocare ai piccoli ammaestratori d’orsi, perché le probabilità di incorrere in perdite dolorose sono molto più alte di quelle che vedono un’inversione nel breve periodo, per cui, e vale per ripple come per tutte le altre altcoin, meglio adottare un approccio attendista e vedere come procede la situazione rimanendo per qualche tempo concentrati su quello che fa bitcoin.

Nota bene: questo post non intende fornire in alcun modo consigli di natura finanziaria relativi a come investire il vostro denaro ma ha finalità puramente didattiche, ValuteVirtuali non ha denaro investito in XRP