Ripple: nuova partnership con il colosso Ria Money Transfer

adozione ripple
BONUS BITMEX

La notizia è di oggi ed è l’ennesima notizia bullish che coinvolge Ripple; si tratta di una partnership molto importante siglata col colosso Ria, una consociata di Euronet Worldwide specializzata nel trasferimento di denaro. Ria avvia i trasferimenti attraverso una rete di agenti e negozi di proprietà dell’azienda dislocati in Nord America, America Latina, Europa, Asia e Pacifico. Per intenderci si tratta di un servizio simile a quello offerto da western union; i numeri di questa azienda sono di tutto rispetto, se la western union, ad esempio, detiene circa il 45% del mercato, Ria (pur essendo più piccola) ne detiene il 20% ed è sostanzialmente una dei tre attori protagonisti che, insieme con MoneyGram, arrivano a controllare un quota di poco inferiore al 90% dell’intero mercato dei money transfer. Grazie alla partnership siglata con Ripple i clienti di Ria hanno ora la possibilità di connettersi e effettuare transazioni attraverso la rete della piattaforma che controlla XRP, cosa che renderà gli spostamenti di denaro più veloci ed economici sia per i clienti consumer (principalmente immigrati che inviano nei paesi di origine le rimesse) sia per quelli business. D’altro canto Ria offrirà a Ripple la possibilità di sfruttare il cloud integrato per i pagamenti digitali; Michael Brown (CEO di Ria), in una recente dichiarazione, ha avuto modo di rilevare come con questa partnership si pongano le basi per rivoluzionare il mercato dei pagamenti così come lo conosciamo; insomma, si tratta di un accordo veramente importante per Ripple, dal momento che le permetterà di guadagnare nuovi clienti e partner in tutto il mondo. Questa di oggi è solo l’ultima notizia in ordine di tempo che riguarda il team che controlla XRP, sono almeno due mesi che le notizie dichiaratamente bullish riguardo questo progetto si susseguono senza soluzione di continuità, ciò nonostante il prezzo di XRP continua a calare ed anche oggi si trova alle prese con pesanti dump; dobbiamo comunque ricordare che Ripple, come piattaforma, è abbastanza svincolata da XRP come criptovaluta. In pratica chi utilizza la rete ripple non è costretto ad usare anche la sua cripto nativa (XRP appunto) e questo è probabilmente il vero motivo per cui questo tipo di notizie non scuotono più di tanto il prezzo della moneta; tuttavia appare chiaro che il consolidamento di ripple come piattaforma rafforza inevitabilmente anche la criptovaluta a cui è agganciata. In tanti, ad esempio, pensano che XRP non abbia futuro, per quanto mi riguarda trovo folle credere che il consorzio R3, con tutto ciò che sta facendo per lanciare la propria rete di pagamenti a livello mondiale, finisca col disinteressarsi delle sorti di XRP. Indubbiamente questa moneta attualmente ha come scopo principale quello di finanziare la crescita del progetto, resta però improponibile credere che XRP possa finire azzerata mentre la rete su cui si appoggia continua a crescere. Del resto in passato abbiamo visto spesso come XRP abbia avuto rialzi improvvisi e violenti, che in pochi giorni hanno riassorbito tutte le perdite maturate lungo interi mesi ribassisti; anche se tutte queste news ancora non sembrano riuscire ad impattare sul prezzo c’è da essere sicuri che ben presto i tori prenderanno il controllo e rispediranno XRP sulla luna.