Cosa determina il valore di mercato di Bitcoin

Il prezzo di bitcoin in dollari Usa o in euro è determinato dal mercato, ossia dall’incontro della domanda con l’offerta. Tuttavia l’offerta di Bitcoin è di tipo inelastico, come sottolineano gli economisti, in quanto insensibile alla variazioni della domanda. Di fatto, le unità di bitcoin in circolazione aumentano nel corso del tempo, ma prescindono dalle dinamiche che sostengono o smorzano la domanda.

La domanda di Bitcoin invece è perfettamente elastica, perché l’incremento dell’offerta è implicita nelle aspettative degli utenti. Di conseguenza, le oscillazioni del prezzo di bitcoin sono funzione esclusiva della variazione della domanda. E’ importante dunque chiedersi quali siano i fattori concreti per cui un individuo desideri possedere una certa somma di bitcoin piuttosto che tenersi i suoi dollari o gli euro ? Possiamo premettere che gli individui desiderano ottenere bitcoin perché gli attribuiscono un valore; vediamo quindi quali sono i valori  riconosciuti a bitcoin:

VALORI LEGATI ALLA TECNOLOGIA

Bitcoin si prefigura come un sistema informatico senza precedenti, e questo è il motivo principale che ha attratto molti utenti nel mondo delle valute virtuali, quando ancora tanti dei loro prezzi erano vicino allo zero.

VALORI SOCIALI

Derivano dalle caratteristiche di decentralizzazione e quindi di indipendenza dalle banche e dai governi, di garanzia della privacy rispetto alle valute fiat tradizionali. Peraltro i valori sociali crescono all’aumentare della diffusione della divisa digitale, perché aumentano le probabilità di un suo impiego su larga scala.

VALORI FUNZIONALI

Derivano dall’efficacia di bitcoin come sistema di pagamento, a fronte della sua velocità e per i vantaggi connessi ai bassi costi di transazione o per la possibilità di fare pagamenti in ogni angolo della Terra da casa.

Decliniamo a questo punto quali sono i fattori che condizionano la domanda di bitcoin e quindi il suo prezzo:

l’interesse: la diffusione delle notizie su bitcoin alimenta la valutazione di mercato della criptovaluta. Lo dimostra google dove le statistiche del numero di digitazioni della parola bitcoin con l’andamento del prezzo sono positivamente correlate. In particolare si è notato che la relazione è più marcata nel lungo periodo rispetto ad isolate esplosioni di volatilità, dove l’interesse cattura principalmente gli speculatori sostenendo ulteriormente il prezzo a salire. D’altro canto nei cicli di ritracciamento verso il basso, l’interesse è già sceso, e trascina le quotazioni ancora più a fondo.

Le notizie: le news negative alimentano l’incertezza, tuttavia in un sistema decentralizzato i loro effetti pesano di più rispetto ad un sistema centralizzato. Facciamo riferimento ai furti delle chiavi private dai server delle piattaforme di exchange;  la discesa del prezzo a causa di questi eventi è il risultato di una perdita di fiducia in generale. Viceversa le notizie positive creano perlopiù effetti positivi sul valore di mercato anche nel lungo periodo, aumentando la diffusione della valuta e della domanda.

L’uso di bitcoin nelle transazioni : esso condiziona la diffusione di bitcoin in quanto si propone come sistema alternativo per i pagamenti. Ladislav Kristoufek professore all’istituto di studi economici, alla facoltà di scienze sociali, all’ Università Carlo di Praga e ricercatore associato all’istituto di teoria dell’informazione e automazione, afferma che gli effetti dell’aumento dell’utilizzo di bitcoin per le transazioni reali porta ad un incremento del suo prezzo nel lungo periodo.

Utilizzo di bitcoin nella speculazione: adoperare bitcoin come investimento invece che come sistema di pagamento determina effetti sul valore di mercato della criptovaluta. Secondo gran parte degli studiosi l’intervento di traders e di investitori può avere dei riflessi positivi sul prezzo, in quanto costoro si assumono il rischio di detenere delle quantità di bitcoin al posto di altri utenti intimoriti dalla sua volatilità. Questa categoria di operatori finanziari però è spesso causa di instabilità sul breve termine.

E’ certo che entro il 2040 il numero dei bitcoin in circolazione sarà il 99% del totale prestabilito, ma è difficile stabilire quale sarà il loro prezzo, poiché dipenderà principalmente dall’utilizzo che ne verrà fatto, aspetto al momento difficile da prevedere. Si pensa tuttavia che se in futuro il bitcoin troverà ampia accettazione come strumento di pagamento, il suo prezzo sarà destinato a salire, poiché molti più individui sarebbero disposti ad utilizzarlo per i loro acquisti.

Tale eventualità potrà derivare da un processo relativamente lungo, frutto esclusivo della progressiva scoperta da parte del mercato del reale valore di utilizzo di bitcoin e di una graduale comprensione degli individui dell’importanza del fenomeno.

Attualmente la volatilità scomposta del mercato di bitcoin evidenzia che non è stato ancora dato il “giusto” valore alla criptovaluta. Peraltro le repentine oscillazioni dipese dall’alternarsi di periodi di ottimismo e di incertezza, sovralimentate da posizioni speculative, suscitano comunque un maggiore interesse verso la criptovaluta, contribuendo ad incrementarne la popolarità e la possibilità che nuovi soggetti entrino a far parte di quella che è una vera e propria comunità sulla Rete.

In sintesi, la situazione di mercato odierna è inevitabile e non necessariamente negativa, se si considera che il fenomeno delle criptovalute è ancora giovane.

Di Vincenzo Augello

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Cosa determina il valore di mercato di Bitcoin – Shopping Ok .it
  2. Cosa determina il valore di mercato di Bitcoin - MIMADO

Comments are closed.